Commenta

Viabilità, Leoni risponde
alla lettera di Silla: “Azione
tardiva e strumentale”

leoni-bongiovanni-ev

Nella foto, Leoni e Bongiovanni a Vicobellignano

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Non si è fatta attendere la risposta di Filippo Bongiovanni alla missiva sul tema della viabilità in territorio maggiorino spedita del primo cittadino uscente Claudio Silla al presidente della Provincia di Cremona Massimiliano Salini. Anzi, la replicare è arrivata direttamente per bocca di un componente della lista a sostegno del candidato sindaco leghista, ‘Casalmaggiore al centro’, che dell’ente provinciale è assessore a Pianificazione e Coordinamento territoriale, Trasporti, Patrimonio ed Opere Pubbliche: Giovanni Leoni. Nel suo intervento all’incontro elettorale di Vicobellignano di lunedì sera, il gussolese si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti del sindaco casalese, che il 17 maggio con atto di giunta ha posto all’attenzione provinciale la necessità di riqualificare la viabilità del territorio: “L’azione di Silla volta a sminuire il valore della Provincia, chiedendo la rotatoria non è così limpida ed elegante. Il primo cittadino avrebbe potuto partecipare agli incontri sul tema a livello provinciale, magari seguendo l’esempio di altri amministratori, anche della sua parte politica. Purtroppo Silla non è mai venuto a chiedermi di lavorare assieme”. Leoni svela anche un retroscena sulla rotatoria di via Beduschi, in zona ex Lidl: “Tempo fa Silla mi disse che l’infrastruttura sarebbe stata pagata dai privati, ora a meno di due settimane dalla fine del mandato mi chiede di farla. Il Comune non è venuto a chiederci dove mettere il milione di euro annunciato a dicembre in consiglio comunale da Bongiovanni e messo a disposizione della Provincia. Abbiamo deciso di utilizzare quelle risorse per il rifacimento degli asfalti ammalorati dell’Asolana, dalla rotonda di Sereni a quella del ponte sul Po e per la torre faro che la illumina, oggi non completamente a norma, riportando Casalmaggiore in sicurezza. Il tutto di nostra iniziativa. La decisione è stata presa a marzo e tra luglio e agosto inizieranno i lavori. Il sindaco di Casalmaggiore – ha concluso Leoni – si è svegliato un po’ tardi e in modo strumentale a dieci giorni dalla fine del suo mandato”.

Le parole di Leoni hanno risuonato lunedì sera nella sala dell’oratorio di Vicobellignano, dove si è tenuto l’incontro di Filippo Bongiovanni con la cittadinanza locale. Una tappa in cui il candidato sindaco ha ribadito i punti cardine del proprio programma elettorale: rilancio di lavoro e impresa, politica attenta alla sicurezza e al sostegno della famiglia, occhio di riguardo al volontariato (approfondito nell’intervento di Tecla Monfardini). Tema caro ai residenti di Vicobellignano, quello della presenza attiva del futuro primo cittadino. Lo stesso Bongiovanni ha assicurato: “Sarò a disposizione 7 giorni su 7, 24 ore su 24, per 5 o magari 10 anni. Ho due gruppi fantastici, guardando negli occhi i candidati ho capito il loro valore e giorno per giorno i fatti mi danno ragione”. Gianfranco Salvatore, candidato consigliere per la lista ‘Casalmaggiore al Centro’, ha risposte alle accuse ricevute circa l’alleanza da parte di una lista legata a valori cattolici con ‘Casalmaggiore è viva’ che è invece di identità liberale: “Bongiovanni è stato entusiasta di condividere il nostro programma, gli ideali di fondo, una serie di proposte che si sono integrate con quelle della civica amica. E’ sbagliato e riduttivo mettere un’etichetta. Noi guardiamo alle persone. Il valore fondamentale da cui ripartire è la famiglia, crocevia per le politiche di tutti i generi”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti