Commenta

Gli assessori vanno,
i costi restano
Anzi, aumentano

viadana-municipio-ev

Nella foto, il municipio di Viadana

VIADANA – Fa un certo effetto vedere i membri della Giunta del comune di Viadana impegnati in questi giorni a riempire scatoloni con i loro oggetti personali e scendere le scale del palazzo municipale. Venerdì è toccato a Nicola Federici assessore alle Attività Produttive, Fiere e Mercati, Informatizzazione e Servizi Scolastici. Un trasloco che interrompe un incarico durato solo tre anni e che non ha potuto dare i risultati prefissati. “Giovedì in sala consigliare ho incontrato una settantina di genitori per informarli delle problematiche insorte per l’organizzazione del Centro Ricreativo Estivo Diurno – racconta Federici -. Ho dovuto dare loro la notizia che la tariffa per la frequenza dei bambini della scuola materna ammonterà a 260 euro anziché i 140 dell’anno scorso. E non essendo stato approvato il consuntivo di bilancio questa differenza non la possiamo reperire da nessuna parte. Ho avvertito disagio e lamentele, ma noi come amministrazione, ormai al capolinea, non possiamo farci nulla. Il problema poi investe anche i bambini delle elementari che dovranno pagare dieci euro in più la settimana passando dai 70 precedenti agli attuali 80 per lo stesso servizio estivo”. La messa in liquidazione della Giunta, tra le altre cose, impedisce di aprire il bando per la leva civile, “un’opportunità che consentirebbe di assumere quattro giovani in comune a 430 euro al mese per un anno”: afferma sconsolato Federici mentre chiude a chiave quel piccolo ufficio dove in pochi anni aveva realizzato progetti per Viadana, comune che sta soccombendo a causa di profonde divisioni interne alla maggioranza e allo stesso partito, il Pd.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti