Commenta

Via Baldesio diventa
Slow Town, terzo
caso in tutta Italia

baldesio-slow_ev

Nella foto uno scorcio di via Baldesio e la locandina dell’evento

CASALMAGGIORE – Un vero e proprio esperimento dal basso, il terzo in Italia. Si chiamerà “Slow Town” l’eco-evento organizzato dall’Associazione Gasalasco Oglio Po in partnership con la Coop Palm W&P di Viadana e l’Associazione Persona Ambiente previsto per sabato 31 maggio e domenica 1 giugno che si svilupperà lungo la Via Baldesio a Casalmaggiore trasformata per l’occasione in Zona a 30 km all’ora.

L’Ecoevento legato al Bando 2013 “Costruire Comunità Sostenibili” della Fondazione Cariplo avrà come finalità la condivisione con il territorio delle tematiche “Riduzione dei Rifiuti” e “Risparmio idrico”. Tematiche che si stanno concretizzando in queste settimane in altrettanti progetti quali l’Orto Sinergico già partito e lo Spaccio di Prodotti Sfusi di prossima realizzazione. Il progetto stradale con l’applicazione delle migliori tecniche di moderazione della velocità e del traffico, ormai largamente utilizzate da anni in tutta Europa, è a cura dell’Architetto Matteo Dondè, il massimo esperto Italiano in mobilità e consulente di molte Amministrazioni Pubbliche italiane e straniere. Lo stesso Dondé che sta curando, per la città di Mosca, un progetto all’avanguardia per quanto riguarda la mobilità ciclabile.

Via Baldesio, negli ultimi anni ed anche per colpa della crisi andata incontro al degrado, una delle vie più antiche e caratteristiche della città, cambierà volto. “Chi parteciperà” garantiscono gli organizzatori di Gasalasco “potrà quindi sperimentare una possibile rigenerazione del centro storico, avente come finalità principale la sicurezza stradale per gli utenti deboli quali pedoni e ciclisti ed in particolar modo Bambini ed Anziani, ma anche una migliore vivibilità dei quartieri e il rinvigorimento del commercio di prossimità. Lungo tutta la via verranno predisposte zone di riposo con sedute e vasi con piante e fiori per rendere l’ambiente accogliente. Sotto ai portici si potrà usufruire, oltre che delle attività commerciali presenti, di degustazioni di prodotti locali quali birre artigianali alla spina, aperitivi, salumi e tanto altro. Per tutti ed in particolare per Famiglie e Bambini vi sarà il Gelato artigianale del mercato equo e solidale e la merenda pane e cioccolato della Bottega Nonsolonoi”.

“Inoltre” spiegano “ci sarà la possibilità di avere maggiori informazioni sul futuro “Spaccio biologico sfuso a km zero” che verrà realizzato in Città potendo anche partecipare attivamente con una donazione. La via sarà aperta al traffico auto, ma verranno lanciati inviti affinché ci si rechi a visitare la via a piedi o in bici per chi abita lontano. La due giorni sarà allietata da esibizioni musicali. Laboratori per bambini ed una esibizione di Play Dog Mileo nel vicino parco di Via Italia. E’ prevista anche, con la partecipazione delle scuole, una gita alla vicina zona Baslenga per vedere da vicino le prime produzioni dell’Orto Sinergo e la distribuzione del “Gioco dell’Orto Sinergico”, un gioco dell’oca, che potrà essere acquistato con un piccolo contributo per coprire le spese di stampa, mentre a tutte le Classi del plesso scolastico Marconi verrà donato”.

Slow Town, che sarà anche un marchio, racchiuderà in sé tutte quelle attività locali che parlano di sostenibilità ambientale e sociale. “Un marchio che in futuro caratterizzerà molte iniziative in area casalasca” garantiscono da Gasalasco “. Nelle vicina chiesetta di San Sebastiano si terranno alcuni incontri tra cui la presentazione del nuovo bando per le scuole di Persona Ambiente e la conferenza sui “Vantaggi delle Zone 30” tenuta dall’Architetto Dondè. Gli esercizi commerciali della via organizzeranno delle attività sotto i portici e davanti ai negozi. Slow Town è patrocinata dal Comune di Casalmaggiore, Proloco e Gal Oglio Po. E’ il sogno di alcuni cittadini di vivere in una città più a misura di tutti. Un sogno che per due giorni si trasformerà in realtà”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti