Commenta

Cagna & Raineri solo
decimi ai Campionati
Europei di Canottaggio

cagna-raineri-europeo-fine-ev

Nella foto (Mimmo Perna © Canottaggio.org), l’arrivo del quattro di coppia italiano

CASALMAGGIORE/BELGRADO – Gabriele Cagna e Simone Raineri non sono riusciti a spingere il quattro di coppia senior maschile italiano oltre il decimo posto ai campionati europei di Canottaggio disputatisi lo scorso week end nelle acque del bacino dell’Ada Ciganlija a Belgrado. L’armo azzurro per metà composto da casalesi si è presentato all’appuntamento continentale non senza problemi e dopo gli ultimi posizionamenti nella seconda batteria di venerdì (sesto posto) e nel recupero di sabato (quinto posto), ha chiuso la rassegna lasciandosi alle spalle solo Svizzera ed Olanda, nella finale B andata in scena domenica 1 giugno. La gara ha visto inizialmente alternarsi nelle prime tre posizioni Repubblica Ceca, Francia e Svizzera. Una situazione che si è mantenuta pressoché stabile fino a metà competizione, poi dalle retrovie la Lituania è risalita prepotentemente dalla quinta sino alla seconda posizione, giungendo sul traguardo a soli 24 centesimi dai vincitori della Repubblica Ceca. L’Italia, transitata al quinto posto ai 500 metri, si è poi attestata in quarta posizione sino all’arrivo.

Questo l’ordine al traguardo: Repubblica Ceca (Martin Basl, Jakub Houska, Petr Buzrla, David Jirka) 5.47.83; Lituania (Andrius Lapatiukas, Vytautas Lapatiukas, Dominykas Jancionis, Aurimas Adomavicius) 5.48.07; Francia (Mickael Marteau, Jean-Baptiste Macquet, Hugo Boucheron, Alberic Cormerais) 5.49.93; Italia (Gabriele Cagna, Luca Agamennoni, Matteo Stefanini, Simone Raineri-Fiamme Gialle) 5.50.44; Svizzera (Damien Tollardo, Augustin Maillefer, Nico Stahlberg, Barnabe Delarze) 5.52.60; Olanda (Meindert Klem, Derk Noordhuis, Peter Van Schie, Harold Langen) 5.59.36. Nel complesso, l’Italia del quattro di coppia senior maschile si è aggiudicata il decimo posto europeo. Nella finale A, a laurearsi campioni continentali sono stati gli ucraini. Sul podio, Gran Bretagna e Germania. Quarta la Russia, quinta la Polonia, sesta l’Estonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti