Commenta

La Diocesi piange
il suo decano: il casalese
don Renzo Gardani

don-renzo-gardani_ev

Nella foto monsignor Renzo Gardani

CASALMAGGIORE – La Diocesi cremonese piange il suo decano, originario del Casalasco: è spirato nella notte tra mercoledì e giovedì presso Villa Flaminia a Cremona, dove risiedeva da alcuni anni monsignor Renzo Gardani. Essendo nato il 4 ottobre 1914 (a Casalmaggiore), con i suoi 99 anni era il decano, ossia il sacerdote più anziano, dell’intera Diocesi cremonese, seguito da don Mario Cavalleri, classe 1915.

Ordinato il 18 maggio 1940 da monsignor Giovanni Cazzani (assieme allo stesso Cavalleri), era dunque abbastanza vicino anche al traguardo dei 75 anni di sacerdozio. Appassionato di scrittura, poesia e pittura, si era sempre dilettato in questi campi sfruttando il gene artistico che aveva accompagnato anche il fratello Giuseppe Giacomo, stimato scrittore della Bassa, del quale pochi anni fa è stata pubblicata una raccolta.

Seminarista mentre a Casalmaggiore il parroco era l’indimenticato monsignor Temistocle Marini, dopo l’ordinazione don Renzo ottenne il suo primo incarico come vicario a Pieve d’Olmi (dal 1940 al 1943) e successivamente, sempre da vicario, operò a Sabbioneta (dal 1943 al 1953). Si ricorda di lui un episodio: proprio da Sabbioneta, nel 1951, durante l’alluvione autunnale che fece epoca, arrivò con i “rinforzi” rendendosi disponibile a rialzare l’argine con i sacchi di sabbia per contenere la furia del Po. Divenne poi parroco nelle parrocchie di Pieve San Giacomo (dal 1953 al 1961) e successivamente di Vailate (1961-1966). Durante la sua permanenza a Castelleone (1966-1980), invece, ultima sua parrocchia prima di operare in Duomo, venne nominato monsignore. Negli ultimi anni presso il Duomo di Cremona ricoprì l’incarico di canonico penitenziere dal 1980 al 1994. Rimase poi ad operare, sempre sotto il Torrazzo, fino ai suoi ultimi giorni, ospitato a Villa Flaminia, dimora cremonese dove risiedono vari sacerdoti della Diocesi. Di recente aveva anche pubblicato una raccolta di poesie, dal titolo “Rompere il cerchio”: di fatto, il suo ultimo lavoro letterario. I funerali saranno celebrati sabato alle ore 10 in Cattedrale a Cremona.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti