Commenta

Pomì, ecco Tirozzi
e Bianchini. Aguero
resta come regista

pomì-volley_ev

Nella foto il gruppo delle giocatrici Pomì presenti assieme a Bolzoni all’evento

CASALMAGGIORE – Quattro presenti, cinque assenti ma ormai sicure: la rosa della Pomì Casalmaggiore per la stagione 2014-2015 prende sempre più forma, arrivando a nove tasselli su un puzzle di dodici. Tre quarti di formazione, insomma, sono ormai al loro posto e, anche se non c’erano fisicamente, le protagoniste sono state Tai Aguero, Marika Bianchini e Valentina Tirozzi. Per la campionessa italo-cubana, in particolare, si prospetta una nuova vita da palleggiatrice. “Abbiamo pensato che questa soluzione tattica possa essere la migliore” ha spiegato il presidente Massimo Boselli Botturi alla stampa “d’accordo con mister Mazzanti e con un progetto di gioco offensivo che Aguero può sublimare con la sua classe e la sua esperienza”.

Detto che alla Pomì mancano ora due centrali e una seconda palleggiatrice (Agrifoglio se ne andrà in prestito, ma non a Modena, anzi i due club sono ai ferri corti) per considerare chiuso il mercato, la conferenza nella sede della Pomì in Baslenga è servita, in primis, ad accogliere le giocatrici che hanno rinnovato – tra le quali erano presenti i due liberi Imma Sirressi e Geraldina Quiligotti e la banda Alessia Gennari – e l’attesissimo nuovo acquisto Serena Ortolani, che ha anche posato per la prima volta in maglia rosa, oltre all’allenatore in seconda Giorgio Bolzoni.

“Il nostro incontro tradizionale di inizio estate” ha spiegato Boselli “serve ancora una volta per illustrare un progetto ambizioso ma sereno e con radici ben salde a terra. Ringraziamo Costantino Vaia (presente in sala, ndr) come esponente del nostro main sponsor e le ragazze che hanno accettato di seguire la nostra avventura: oltre alle giocatrici qui presenti, anche Jovana Stevanovic e Valentina Zago, convalescente dopo una piccola operazione al menisco, oltre a Tai Aguero, che inizierà da noi una nuova carriera da palleggiatrice, seguendo il solco inaugurata con la Nazionale”. Boselli si è anche soffermato sull’importanza del Mondiale italiano. “Se penso alle 11mila presenze del Foro Italico per la Nazionale maschile capisco che il nostro movimento sta bene, è in salute. E questo può fare da traino anche al volley maschile, specie alla luce dell’evento iridato che si terrà in Italia”.

Boselli ha poi annunciato gli acquisti di Marika Bianchini – che arriva da Busto Arsizio e per la quale Serena Ortolani, che con lei è reduce dal secondo posto Scudetto, ha speso parole d’elogio – e di Valentina Tirozzi che arriverà da Conegliano. A proposito di Bianchini, il dirigente Luciano Toscani ha scherzato. “Finalmente non partiremo svantaggiati: quando è andata in battuta lei, negli ultimi due anni, ci ha sempre messo in croce e ci ha fatto perdere”. Un applauso particolarmente sincero è stato tributato ad Alessia Gennari. “Con Alessia siamo da subito andati d’accordo” ha rivelato Boselli “e inizialmente, data la situazione delicata dopo l’operazione al braccio, abbiamo pensato di inserirla in rosa come tredicesima giocatrice. Poi, invece, dopo le varie rassicurazioni medico-sanitarie, abbiamo capito che Alessia poteva essere tranquillamente nelle dodici e così sarà”.

Serena Ortolani ha poi preso la parola, spiegando che per la prima volta si trovava a Casalmaggiore. “Ma Davide (Mazzanti, coach Pomì e soprattutto suo marito, ndr) me ne ha parlato molto bene. Io per il momento vedo molto verde e qualche zanzara, ma mi fido di mio marito e avrò tempo per conoscere la città perché credo proprio ci trasferiremo qui e poi vedremo come andrà l’avventura. Sono contenta di avere scelto la Pomì perché ho trovato dirigenti seri e ospitali, oltre che ambiziosi. Personalmente posso giocare in posto 2 o 4, a seconda delle esigenze, mi so adattare e lo stesso discorso vale per Marika Bianchini: ci piace variare”. Sul capitolo Nazionale Serena è chiara: “Non rientro nelle sedici ma sono a disposizione del ct. Se ha bisogno di me, ci sono. Diciamo che in questo momento faccio parte del gruppo delle riserve”.

Nel finale il dg Giovanni Ghini ha rivelato che anche quest’anno la Pomì allestirà un team che parteciperà al campionato nazionale di beach volley nelle migliori località balneari italiane. Il selezionatore sarà sempre Marco Botti, coadiuvato da Giuseppe Pini. Sull’esperienza, come l’anno scorso, verrà realizzato una sorta di documentario reality. Tra i team iscritti anche Montichiari, Urbino, Modena e Conegliano.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti