Commenta

Bilancio e Servizi Sociali
i nodi da sciogliere
per Bongiovanni

bongiovanni_ev

Nella foto, Bongiovanni con parte del suo gruppo

CASALMAGGIORE – Ultimi giorni di contatti e colloqui per il neo sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni: venerdì è fissato il primo consiglio comunale del nuovo mandato amministrativo e per quel giorno dovrà essere pronta la squadra di governo. La rosa dei nomi dei futuri assessori (cinque) va via via delineandosi. Detto e stradetto di Vanni Leoni ai Lavori Pubblici, alla Viabilità e all’Urbanistica, negli altri ambiti della ‘cosa pubblica’ le tessere iniziano ad incastrarsi. Le quote rosa sono rappresentate da Sara Valentini assessore all’Istruzione e Pamela Carena alla Cultura. Anche al Bilancio Bongiovanni potrebbe optare per una donna, in questo caso esterna rispetto al gruppo consigliare di maggioranza: si parla di una professionista casalese del settore contabile che ancora non ha sciolto le riserve. L’ambito relativo alla Sicurezza potrebbe rimanere in capo allo stesso sindaco, che così spenderebbe l’ultimo assessorato disponibile per i Servizi Sociali. Nelle ultime ore oltre al nome di Gianfranco Salvatore si è aggiunto quello di Marco Micolo, per il quale non tramonta l’eventualità di ricoprire la carica di presidente del consiglio comunale. In standby la situazione di Orlando Ferroni, che rivendica per Casalmaggiore per la Libertà e Forza Italia un ruolo determinante in Giunta.

Intanto Bongiovanni si è lasciato alle spalle la prima settimana da primo cittadino: “Giorni di incontri con le realtà interne alla macchina comunale – spiega il sindaco -. Mi sono confrontato con i dipendenti, ho incontrato gran parte delle municipalizzate, dialogato coi vertici del Concass e preso visione del gran lavoro che si sta facendo a livello di farmacie comunali. Un lavoro che vedrà l’inaugurazione del presidio di Vicobellignano il prossimo primo luglio”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti