Commenta

Viadana, minorenne
ubriaca in ospedale:
scatta una denuncia

bere-ev

VIADANA – E’ stato denunciato presso la stazione dei Carabinieri di Viadana il barista che ha venduto alcolici alla ragazza reggiana di 15 anni finita in ospedale semi incosciente e seminuda lunedì alle ore 2,30 di notte, dopo qualche giro di giostra sulla Fiera di San Pietro e – soprattutto – dopo aver alzato troppo il gomito. All’esercente viene contestata la somministrazione di alcolici a minori di sedici anni: un reato penale, per il quale potrebbe finire alla sbarra. Le conseguenze per il barista, nel caso in cui venga accertato il reato, potrebbero essere molteplici in quanto la legislazione in materia prevede l’arresto fino a un anno di reclusione (che in caso di ubriachezza del minore può essere aumentata) e una multa da 1000 a 25mila euro in caso di reiterazione di reato, comprendente la sospensione dell’attività per tre mesi. Previsto anche il ritiro della licenza. Le indagini degli uomini dell’Arma sono in corso: da accertare sia il fatto che la giovane abbia acquistato alcolici in un solo locale e che non fosse stato qualche maggiorenne a prenderli per lei. La giovane, di Castelnovo Sotto, pare fosse a Viadana con dei coetanei, per una serata finita all’ospedale con una sbronza colossale.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti