Commenta

Dopo 49 anni
don Dante Leonardi
rinuncia a San Matteo

don-dante-leonardi_ev

Nella foto don Dante Leonardi con il vescovo di Cremona Dante Lafranconi

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE – Con decreto in data 1° luglio 2014, il vescovo di Cremona monsignor Dante Lafranconi ha accettato la rinuncia di don Dante Leonardi alla Parrocchia “S. Matteo apostolo” in San Matteo delle Chiaviche e alla Parrocchia “Nostra Signora di Lourdes e S. Ludovico” in Sabbioni di S. Matteo, di cui era amministratore parrocchiale. Don Leonardi continuerà il servizio pastorale fino all’ingresso del successore.

Don Dante Leonardi è uno dei parroci più longevi della diocesi (lo batte solo don Aldo Grechi arciprete di Brancere dal 1962), ma dall’alto dei suoi 85 ha deciso di presentare le dimissioni. Si pensi che è parroco a San Matteo delle Chiaviche dall’8 gennaio 1965, mentre è amministratore dei Sabbioni di San Matteo dal 1993. Molto conosciuto in diocesi don Dante è stato per lunghi anni responsabile dell’ufficio diocesano per la pastorale scolastica.

Don Dante Leonardi è nato a Gazzuolo (Mn) il 30 settembre 1928 ed è stato ordinato sacerdote il 24 giugno 1951. È  stato vicario prima a Villastrada (1952-1956) e poi a Sabbioneta (1956-1964). Nel 1965 è stato promosso parroco di S. Matteo delle Chiaviche (Viadana – Mn). Dal 1993 è anche amministratore ai Sabbioni di S. Matteo (Viadana – Mn). Laureato in Teologia a Roma,  è stato per lunghi anni responsabile dell’Ufficio diocesano per la pastorale scolastica (1989-2003).

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti