Commenta

Casalmaggiore, telefoni
fissi finiscono ko
a macchia di leopardo

municipio-comune-casalmaggiore-ev

CASALMAGGIORE – Chi, nel comune di Casalmaggiore, ha provato (e in parte sta ancora provando) a telefonare nella giornata di mercoledì avrà quasi certamente avuto problemi in molti casi. Un disagio che è durato per tutta la mattina e che, anche mentre vi stiamo scrivendo, continua a manifestarsi in alcune zone della città.

Difficile peraltro anche cercare di circoscrivere la zona interessata dal problema, tanto è vero che in luoghi anche distanti del territorio comunale sono stati segnalati gli stessi identici disguidi: segnalazioni arrivate da piazza Garibaldi, da piazza Turati ma anche dalle frazioni. Una sorta di “epidemia” a macchia di leopardo caratterizzata dagli stessi sintomi: chi ha provato a telefonare (o chi doveva ricevere chiamate), alzando la cornetta ha sentito il classico suono della linea inesistente oppure ormai caduta. Così, almeno ai cittadini muniti di telefono cellulare, non è rimasto altro da fare che utilizzare il proprio apparecchio mobile.

Un problema legato alla centralina Telecom di via Marconi, anche se i tecnici hanno spiegato che pure in altre zone d’Italia si sono registrati problemi (peraltro solo due giorni fa nella vicina Paradigna, in provincia di Parma, si sono verificati gli stessi disguidi). La curiosità, come detto, sta nel fatto che la rete fissa Telecom è andata ko solo in alcuni punti e non ovunque: negli uffici comunali di piazza Garibaldi, per capirsi, il lavoro è andato avanti ugualmente, senza problemi né per quanto concerne la telefonia né per le linee internet. In alcuni negozi o esercizi pubblici della stessa piazza, invece, i problemi sono andati avanti per ore. Anche nel primo pomeriggio continuano ad arrivare chiamate di protesta o richieste di aiuto ai centri Telecom, oltre che semplici segnalazioni, da parte di utenti forse ormai rassegnati, almeno per questa giornata, a non poter utilizzare comunicare a distanza.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti