Commenta

Desalu, scatti
d’oro e bronzo agli
Italiani. Zurigo vicina

desalu-foto-alquati_ev

Nella foto Desalu impegnato sui 200 metri (foto Alquati)

ROVERETO – Ancora una volta brilla nel panorama dell’atletica italiana la stella del casalese Fausto Desalu. Questa volta però il successo non è più “soltanto” a livello giovanile ma assoluto. Un oro e un bronzo per gradire e per cominciare la grande scalata agli Europei di Zurigo, una di quelle tappe che il classe 1994 non può fallire per lanciarsi nell’Olimpo e cercare la consacrazione.

Intanto le due medaglie conquistate a Rovereto domenica, agli Italiani, brillano. Eccome se brillano. L’oro nella staffetta era pressoché scontato: la squadra delle Fiamme Gialle è da sempre la più forte e per l’atleta colored cresciuto nell’Interflumina E’ Più Pomì il vero successo era essere inserito nei quattro. La 4×100, corsa assieme a Fabio Cerutti, Diego Marani e Delmas Obou, con Fausto secondo staffettista, ha chiuso in 39”29 superando l’Atletica Vicentina di un secondo e mezza, che a questi livelli e in questa disciplina sono un’eternità.

Per dimostrare però di essere fortissimo anche in singolo, Desalu ha centrato sui 200, suo pezzo forte, un bronzo che vale probabilmente più del metallo in sé. Il casalese, infatti, è stato il più giovane sul podio, dunque l’atleta con più margini di miglioramento e prospettiva. Anche perché il tempo di 20”82 che lo pone dietro a Diego Marani, riconfermatosi campione italiano con 20”47, e Matteo Galvan, secondo con 20”71, ma davanti a Enrico Demonte, bruciato nel finale, è anche il secondo miglior tempo personale: un pass di tutto rispetto verso gli Europei assoluti di Zurigo. Perché il 12 agosto la freccia nera vuole essere ancora protagonista.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti