Commenta

Grandinata e campi
distrutti: ne parla anche
il Tg3 regionale

http://youtu.be/lPXbsqY2c34

Nella foto uno dei campi distrutti

RIVAROLO DEL RE/SPINEDA – Anche il Tg3, nell’edizione regionale in onda alle 13.30, si è occupata della grandinata che, nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, ha distrutto i raccolti del Casalasco, in particolare nella fascia compresa tra Rivarolo del Re e Spineda. Una grandinata che ha ricordato, anche se più circoscritta (ma parimenti violenta), la bomba d’acqua del luglio 2013.

Nel servizio curato dal giornalista Giacinto Pinto e montato da Mina Negri, che qui proponiamo integralmente grazie al canale Youtube, dura 1 minuto e 43 secondi e analizza la situazione anche dal punto di vista di politici ed esperti. Come il titolo stesso del servizio mette in evidenza, si punta l’indice sul mancato allarme meteo, che, se lanciato, avrebbe potuto accelerare la raccolta ma soprattutto azionare i cannoni anti-grandine. Una polemica presa di petto in particolare da Roberto Belletti di Coldiretti Mantova, provincia ancora più colpita rispetto a quella cremonese, intervistato nel servizio.

A parlare anche due volti noti del Casalasco: Davide Caleffi, nella veste di sindaco di Spineda ma anche di agricoltore (sua l’azienda Cantonazzo proprio a Spineda, e non a caso nel servizio si vede anche il fratello del sindaco mentre opera vicino a un vitigno), e Giuseppe Torchio, non tanto in qualità di sindaco di Bozzolo, comune risparmiato dal maltempo, ma come presidente del Gal Oglio Po. Quest’ultimo chiede un intervento deciso perché l’agricoltura, da bene prezioso qual è, non divenga una Cenerentola.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti