Commenta

Viabilità, non solo
Asolana: Leoni “visita”
frazioni e via Fermi

buche4_ev

Nella foto uno dei tratti disastrati dell’Asolana

CASALMAGGIORE – Non solo il rifacimento dell’asfalto della strada provinciale Asolana, dalla rotonda Po fino alla rotonda Sereni, operazione che sarà completata con 1 milione di euro messo a disposizione, come atto finale, dalla Provincia di Cremona per il comune di Casalmaggiore. In questi giorni l’assessore alla Viabilità Vanni Leoni si sta infatti muovendo anche su altri fronti, per provare a risolvere questioni annose, che riguardano la tenuta del manto stradale e anche la pericolosità di alcune arterie che passano dal comune casalese.

Nella mattinata di mercoledì, accompagnato dall’ingegnere capo dell’Ufficio Tecnico Enrico Rossi e dal consigliere di maggioranza, referente di Casalbellotto, Pierfrancesco Ruberti, l’assessore Leoni ha voluto ispezionare di persona le strade di alcune frazioni, per verificare quali siano quelle più disastrate: nello specifico la visita ha riguardato Casalbellotto e Quattrocase, oltre a Camminata e Cappella. Come era lecito attendersi, la strada con maggiori problemi è risultata quella che collega le frazioni di Casalbellotto e Valle, che avrà dunque una sorta di priorità.

Come noto, nell’ultimo consiglio comunale di lunedì sera, i consiglieri di minoranza Pierluigi Pasotto (per il gruppo Silla) e Carlo Gardani (per il Listone) avevano suggerito all’amministrazione di investire parte del milione giunto dalla Provincia in un progetto di messa in sicurezza di via Fermi, ovvero del tratto della strada Castelnovese interessato da troppi incidenti mortali negli ultimi anni.

A tal proposito lo stesso Leoni ha spiegato, sempre nella mattinata di mercoledì poco prima del sopralluogo in frazione, che la Regione Lombardia a breve dovrebbe promuovere un bando per la sistemazione delle strade urbane, che potrebbe proprio fare al caso del comune di Casalmaggiore. “Resta da capire se vinceremo questo bando e quanto potremo incassare” ha spiegato l’assessore, ricordando che per una rotonda in via Fermi serve una cifra approssimativa non lontana da 600mila euro, della quale il comune di Casalmaggiore al momento non dispone. E’ chiaro che, se il bando non dovesse portare introiti cospicui, si cercherà comunque di prendere qualche provvedimento differente e meno costoso per riuscire a limitare la pericolosità di quel tratto di strada urbana.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti