Commenta

“Torchio ineleggibile”,
nuove carte e attacco
di “Noi di Bozzolo”

ineleggibilità-bozzolo_ev

Nella foto i due stralci dei verbali contestati: nel primo (fornito da Torchio) si parla delle dimissioni, nel secondo (fornito dalla minoranza) la parte delle dimissioni non c’è

BOZZOLO – Il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio? E’ in una posizione non corretta, non essendo di fatto eleggibile. Questo, in estrema sintesi, il succo delle nuove rivelazioni che potrebbero sfociare in un’interrogazione da presentare in uno dei prossimi consigli comunali dalla lista “Noi di Bozzolo” (che aveva candidato Giacomo Resta come sindaco alle elezioni di maggio), che torna alla carica su una questione emersa già prima della tornata elettorale.

“Torchio ha la memoria corta, non ricorda di non essersi dimesso. Per fortuna gli atti del Comune di Spineda gli ricordano che le bugie  hanno le gambe corte” spiega Resta. “Pertanto” aggiunge il consigliere di minoranza Lodovico Fornasari “corrisponde al vero quanto abbiamo sostenuto sia in campagna elettorale sia nel corso del primo consiglio di insediamento ed ora ne abbiamo la prova dall’acceso agli atti dal Comune di Spineda. Torchio non ha rassegnato le dimissioni e pertanto era ed è ineleggibile”. Da qui l’invito dei consiglieri a Torchio perché compia un gesto di rispetto nei confronti della legge e della cittadinanza, dimettendosi, “per restituire legalità e trasparenza alla poltrona su cui siede”.

Per confermare questa tesi il gruppo “Noi di Bozzolo” ha reso noti alcuni incartamenti, ottenuti dal segretario comunale di Spineda (dove Torchio era consigliere comunale) Maria Livia Boni, che spiegano che non è registrato al alcun atto formale da parte di Torchio dalla carica di consigliere. Non solo: la minoranza propone anche il verbale del consiglio dell’8 aprile, quello durante il quale Torchio si sarebbe dimesso, nel quale non v’è traccia di questa mossa. Una battaglia di incartamenti, in cui risulta lampante la differenza tra i due verbali (quello fornito da Torchio e quello ricevuto dalla minoranza dal comune di Spineda e presentato nelle scorse ore in consiglio): da qui l’intenzione ferma da parte di “Noi di Bozzolo” di andare avanti per spingere Torchio alle dimissioni.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti