Commenta

Quattro consumazioni
non pagate: e ora
rischia l’occhio destro

bar-odeon-bozzolo_ev

Nella foto il bar Odeon di Bozzolo

BOZZOLO – Rischia di perdere l’occhio destro, quello colpito dal proiettile sparatogli contro dopo la lite nella notte tra sabato e domenica, A. B. marocchino di 30 anni residente a Bozzolo. L’uomo, ricoverato al Maxillo-facciale dell’ospedale “Carlo Poma” di Mantova, è stato operato nelle scorse ore per rimuovere il proiettile d’alluminio conficcatosi nella cavità orbitale destra ma bisogna attendere ancora per sapere se potrà guarire perfettamente.

La verità sul fatto di cronaca nera che ha profondamente colpito l’opinione pubblica a Bozzolo è ancora nebulosa: si fa affidamento sul comunicato ufficiale dei carabinieri di Viadana, che parlano del mancato pagamento di una consumazione come motivo scatenante la furibonda lite. Pare peraltro che le consumazioni non pagate fossero addirittura quattro, tutte ad alto tasso alcolico: ecco perché è possibile, per non dire probabile, che il comportamento di A. B. sia stato abbastanza molesto anche al di là della negligenza al momento di tirare fuori il portafoglio.

Ma non è tutto: un altro particolare che emerge, e che sicuramente potrebbe spiegare (anche se non giustificare) l’astio e la furia con le quali J. W., titolare 25enne di origine cinese del Bar Odeon in pieno centro, si è scagliato contro A. B., sta nel fatto che il 30enne marocchino più volte in passato era stato visto orinare contro il muro dello stesso bar o comunque nelle vicinanza. Un atteggiamento maleducato che non è andato giù al 25enne, il quale aveva più volte intimato al cliente abituale di smetterla. Proprio contro lo stesso muro i sanitari hanno trovato il marocchino, con l’occhio sanguinante e alcuni graffi vicino al volto. E’ possibile, insomma, che un mix delle due cause abbia portato ad una conseguenza che nessuno a Bozzolo riesce a spiegarsi razionalmente.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti