Commenta

Gussola, Chiesa:
“Unione? Tutto tace
Meglio la fusione”

gussola-chiesa-ev

Nella foto, il gruppo della lista Civica per Gussola

GUSSOLA – Il capogruppo di ‘Civica per Gussola’, l’ex sindaco Marino Chiesa, con la propria lista, denuncia “con tanto rammarico e preoccupazione l’inerzia e i notevoli ritardi, in ‘primis’ della nuova amministrazione di Gussola, in merito alla famosa questione dell’Unione tra i comuni convenzionati con il nostro nelle gestioni associate delle varie funzioni”. “In questi ormai tre mesi di nuova gestione del nostro comune – sostiene Chiesa – , i consiglieri di minoranza più volte hanno sollecitato il sindaco e la nuova giunta di conoscere i motivi e le cause di questa totale inoperosità nell’affrontare uno degli argomenti più ‘sbandierati’ durante l’ultima campagna elettorale da parte di chi oggi ci amministra”. “In seguito ad una nostra interrogazione in merito – specifica il capogruppo di minoranza -, il 26 giugno scorso il sindaco Belli Franzini motivava la mancata convocazione di incontri per proseguire i lavori e concretizzare proposte e programmi ormai condivisi da tutti, adducendo che occorreva attendere l’elezione del nuovo presidente dell’assemblea dell’unione Municipia programmata per il 30 giugno. Il sindaco, concludeva la sua dichiarazione, affermando, che a partire dal giorno successivo, ogni momento sarebbe stato utile per riprendere il percorso iniziato dall’amministrazione Chiesa. Ebbene, da allora sono passati ormai più di sessanta giorni e tutto tace”.

“Oltretutto – prosegue la nota -, certi comuni come il nostro, hanno deciso di cambiare il Segretario Comunale, per cui è inevitabile che la questione subirà altri notevoli ritardi. Non entriamo nel merito delle motivazioni rispetto alle altre amministrazioni per questa inadempienza, non è compito nostro, ma da questo punto di vista sollecitiamo il comune più grosso, quindi Gussola, di farsi carico degli approfondimenti e delle problematiche, come d’altronde ha sempre fatto il sottoscritto quando era sindaco”. Lo stesso documento inviato alla stampa, verrà spedito dalla lista ‘Civica per Gussola’ “a tutte le amministrazioni coinvolte, denunciando questo nostro stato d’animo con una proposta in più che speriamo sarà presa seriamente in considerazione. Visto i notevoli ritardi, visto le notevoli difficoltà che ogni amministrazione deve affrontare, visto il probabile ulteriore taglio ai finanziamenti statali, come drammaticamente dichiarato dal presidente Anci Fassino, non è forse il caso di concordare con tutte le amministrazioni coinvolte, il percorso che possa definire non tanto l’Unione ma la Fusione vera e propria del nostro “Asse” con tutti i suoi benefici?”.

Rivolgendosi al sindaco Stefano Beli Franzini e alla giunta comunale gussolese, Marino Chiesa conclude: “Anzichè dare fondo alle vostre energie solo ed esclusivamente per rendere visibile la vostra attività con interventi precipitosi e istintivi, e se veramente credete in un futuro migliore per il nostro paese, nell’ottica del comune più grosso, con una certa sollecitudine, vi preghiamo vivamente di essere promotori di questa importante decisione affinche’ Gussola si senta unita e pronta nel condividere con i comuni a noi vicini le tante problematiche che tutti i giorni i nostri concittadini devono affrontare”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti