Commenta

La favola di Marco e Sara,
dalla Casa Giardino
all’altare e… dal Papa

sposi-sara-marco_ev

Nella foto Sara e Marco il giorno delle nozze

CASALMAGGIORE/VIADANA – Marco e Sara si sono conosciuti facendo del bene, ma non se la sentono di essere definiti volontari: “Perché la Casa Giardino di via delle Salde, a Casalmaggiore” spiega Marco “è un luogo di amici, una famiglia aperta a tutti, l’accoglienza e alla condivisione”. E allora chiamiamoli semplicemente amici della Casa Giardino, Marco e Sara, che sabato hanno coronato il loro sogno d’amore, sposandosi nella chiesa casalese di San Leonardo. Un evento condiviso da suor Maria Buongiorno, l’anima della Casa Giardino, e dagli ospiti che qui trovano riparo, aiuto e conforto. Oggi la Casa Giardino cura dieci ragazzi con disabilità gravi e, presso La Corte associata alla struttura, anche dieci anziani: al matrimonio, sabato, c’erano praticamente tutti, oltre ad amici e altri volontari, e il ricevimento, ovviamente, non poteva che essere proprio in via delle Salde. Marco Lorenzi, classe 1972 di Viadana, frequenta questo luogo dal 2008: ha conosciuto i ragazzi e suor Maria durante un pellegrinaggio a Lourdes con l’Unitalsi, associazione per la quale fa il barelliere. Oggi accompagna a messa gli ospiti della Casa Giardino la domenica, nelle loro uscite e da due anni anche nelle vacanze estive. Sara Cardinale, classe 1983 sempre di Viadana, catechista e legata alle Sentinelle del Mattino di Cremona, ha invece scoperto la Casa Giardino da un anno, seguendo un gruppo di preghiera mariano.

La scintilla, voluta dal destino e, perché no?, anche dalla fede, è scoccata e in meno di dodici mesi ha portato al matrimonio. Per la gioia di suor Maria Buongiorno, che dice: “E’ un’unione voluta dal cielo: sabato a messa ho visto l’abbraccio umano benedetto da Dio e dalla Madonna. Sono molto emozionata, perché si sono conosciuti proprio qui e da qui è partito tutto. Sono una coppia modello di amore cristiano, due ragazzi davvero esemplari”. Non è tutto: proprio mercoledì mattina, infatti, Sara e Marco, che sono in viaggio di nozze a Roma, sono stati ricevuti dal Papa, durante l’udienza generale: un accreditamento ottenuto quali sposi novelli, grazie al quale, davanti a Francesco, sono arrivati in abito nuziale. Un evento che emoziona, anche a distanza, da Casalmaggiore, suor Maria. “Li ho sentiti ieri sera (martedì, ndr) e ho percepito la loro emozione” dice la suora con gli occhi lucidi”. E’ davvero una grande soddisfazione, anche per noi: sabato la Casa Giardino era piena, solo per loro”. Per i due sposi, che domani partiranno per Favignana, terminando il loro viaggio di nozze, l’augurio di buona vita di tutti i ragazzi e gli anziani della Casa Giardino non manca di certo. Così come, è il caso di dirlo, una benedizione dall’alto.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti