Commenta

Cerimonia di accoglienza
di mons. Franzini
in Cattedrale

franzini-cattedrale-ingresso-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona

CREMONA – Lunedì 15 settembre, nella memoria liturgica della Beata Vergine Addolorata, il Perinsigne Capitolo della Cattedrale di Cremona ha accolto, quale suo nuovo membro, mons. Alberto Franzini, che il prossimo 28 settembre, alle ore 9.30, farà il suo ingresso come parroco del massimo tempio cittadino. Il rito ha avuto inizio alle 8.30 nella sagrestia capitorale: il canonico cancelliere, mons. Marino Reduzzi, ha dato lettura del decreto di nomina del vescovo Dante Lafranconi, quindi il presidente, mons. Giuseppe Perotti, ha consegnato a mons. Franzini la cotta e la mozzetta violacea, gli abiti propri da indossare durante le celebrazioni liturgiche. A seguire il novello canonico ha recitato la professione di fede e il giuramento, gesti compiuti tenendo la mano sul libro dei Sacri Vangeli. Padrini del novello canonico sono stati mons. Giuseppe Soldi e mons. Felice Bosio, quest’ultimo entrato nel più antico collegio della città proprio una settimana fa. Mons. Perotti gli ha poi consegnato gli statuti e il libro della liturgia delle ore: compito primo dei canonici, infatti, è quello della preghiera corale. Si è quindi formata la processione verso il presbiterio per il tradizionale bacio a un prezioso crocifisso di cristallo posto sulla mensa eucaristica e per la presa di possesso del posto da cui quotidianamente don Alberto pregherà per l’intera Chiesa cremonese. Le lodi mattuttine, guidate da mons. Perotti e animate dal mansionario don Antonio Trabucchi, e la Santa Messa, presieduta dallo stesso mons. Franzini, hanno concluso la cerimonia di ingresso. Alla celebrazione hanno partecipato i tre sacerdoti collaboratori di don Franzini a Casalmaggiore – don Angelo Bravi, don Bruno Galetti e don Marco Notarangelo -, diversi fedeli e numerosi amici ed estimatori del sacerdote.

Con la nomina di don Franzini i canonici salgono a 14, ma ne mancherebbe ancora uno per arrivare alla composizione piena del Capitolo. Attualmente i canonici effettivi sono: mons. Giuseppe Perotti (presidente e prefetto del coro), mons. Stelio Placchi (decano), mons. Mario Barbieri, mons. Carlo Abbiati (consigliere d’amministrazione), mons. Angelo Talamazzini, mons. Luigi Gerevini (consigliere d’amministrazione), mons. Achille Bonazzi, mons. Mario Cavalleri, mons. Elio Testa, mons. Ruggero Zucchelli, mons. Marino Reduzzi (cancelliere), mons. Giuseppe Soldi (amministratore), mons. Felice Bosio e mons. Alberto Franzini. Canonico onorario: mons. Giuseppe Aresi. Mansionario: don Antonio Trabucchi.

© Riproduzione riservata
Commenti