Commenta

La Bianchina fa tappa
nel Casalasco per il raduno
della Bassa Padana

raduno-bianchina-ev

Nella foto, il raduno a Motta Baluffi

MOTTA BALUFFI – “Raduno della Bassa Padana” sabato scorso in alcune località del Casalasco: promosso dal Bianchina Classic Club in occasione del 25° Anniversario di Fondazione, col patrocinio del comune di Scandolara Ravara, il meeting automobilistico ha visto la partecipazione di un buon numero di equipaggi provenienti da Val Gardena, Brescia, Bergamo, Verona, Treviglio e da Cremona. Di Cremona è il presidente Guglielmo Oro. Il raduno ha fatto tappa prima a Motta Baluffi, all’Acquario del Po, dove i partecipanti hanno avuto modo di visitare l’acquario stesso accolti da Roberta Panizza. Si sono quindi spostati a Castelponzone, frazione scandolarese, dove hanno visitato il museo dei cordai. Tappa quindi all’azienda Cerati, poi cena e pernottamento a Cicognolo. Domenica le auto si sono spostate invece nella Bassa Piacentina.

Ogni anno il Bianchina Classic Club organizza raduni in varie città e località italiane. L’iniziativa ha trovato il plauso del gruppo “Vita in Campagna” in quanto opportunità favorevole per far conoscere, anche a persone di altre province e regioni, alcune delle emergenze culturali, ambientali, storiche ed economiche del Casalasco. “Riteniamo sia importante intercettare tutte quelle iniziative – spiega il coordinatore Paolo Panni -, come possono appunto essere i raduni di auto storiche, capaci di portare persone, e quindi economia, sul territorio e, allo stesso tempo, permettono di diffondere la conoscenza di un angolo di Lombardia, quale è il Casalasco, di assoluto interesse, anche in vista di Expo 2015″.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti