Commenta

Calcio Oglio Po,
big match concentrati
tutti in Seconda

calcio-dilettanti-ev

Domenica di campionato di assestamento quella di oggi, anche se non mancano scontri diretti di indubbio interesse, in particolare in Seconda categoria. Tra voglia di riscatto e desiderio di continuità le nove portabandiera dell’Oglio Po cercano di strutturarsi, uscendo dal mese di settembre con più fiducia (e soprattutto più punti).

In Emilia Romagna la Prima categoria prevede l’occasione del riscatto per la Casalese: dopo due ko nelle prime due giornate i biancocelesti possono sbloccarsi contro la Viarolese, formazione a zero punti come i maggiorini (ma i parmensi hanno giocato due sfide su due in casa) e dunque abbordabile sulla carta, anche perché non ha ancora segnato un gol. Stessa categoria ma altro girone (dall’A al C) per trovare una chance ghiotta anche per il Viadana, che eredita dalla Casalese (mediante retrocessione) l’avversaria domenicale: al Comunale arriva la Povigliese, appena scesa di categoria come detto. I giallorossi in casa hanno vinto ma in trasferta sono stati travolti per 4-0. Di conseguenza l’occasione sembra propizia per sbloccare i canarini, che a Cavezzo hanno dimostrato comunque il giusto temperamento, strappando un pari prezioso.

In Lombardia sempre in Prima il Psg, che ha appena conquistato i suoi primi tre punti sul campo della Bassa Bresciana, prova a ribaltare nuovamente il pronostico: la sfida interna alla Nuova Curtatone capolista virtuale (senza avere ancora subito gol) è indubbiamente uno scoglio durissimo per il team di Maglia, che però ha già dimostrato che, quando è in giornata, non teme avversarie in un girone da sempre molto equilibrato.

Sfide toste in Seconda categoria girone I (o cremonese): Martelli, Rivarolo e Gussola sono infatti chiamate agli straordinari, in un turno che prevede scontri diretti o comunque contro avversarie ben dotate. Andiamo con ordine: la Sported, di scena a Piadena, non è partita benissimo ma è pur sempre una squadra di tradizione e neoretrocessa dalla Prima, dunque converrà fare molta attenzione; la Grumulus, che va a Rivarolo Mantovano, è invece vicecapolista e il guru della panchina Fulvio Bonomi le ha dato una fisionomia e una rinnovata solidità (un solo gol subito in tre gare); il Sesto 2010 che ospita il Gussola cerca invece da tre anni il salto in Prima. Attualmente è al secondo tempo e dunque nutre reali ambizioni, anche se in casa Sesto cercheranno di evitare i clamorosi alti e bassi che in passato sono stati fatali per il piazzamento playoff: al Gussola il compito di fare tornare il mal di testa ai cremonesi.

In Seconda mantovana (girone N) sulla carta il turno sembra invece più morbido per Polisportiva Futura e Pomponesco che, grazie ad un buon avvio (13 punti in due su 18 a disposizione), si trovano in piena zona playoff. Il team di Faglioni ospita la Roverbellese, formazione che dopo la rivoluzione estiva si ritrova con molti giocatori nuovi ed evidentemente non ancora amalgamati se è vero che si trova all’ultimo posto con un punto; la squadra di Ciccone, invece, affronta in trasferta il Sermide, l’anno scorso partito fortissimo (in questa stagione un po’ meno) e che vanta un attacco prolifico ma una difesa che concede molto. Si prevedono gol.

Chiudiamo come di consueto il nostro viaggio in Terza categoria mantovana girone A, dove la Cannetese è ospite dello Stagno Lombardo, contro il club dedicato a Federica Antonioli, ragazza disabile del paese scomparsa nel 2012: il team di Stagno al momento sta faticando a uscire dalle sabbie mobili ma sulla carta può valere un tranquillo centro-classifica e forse qualcosa in più, dunque la Cannetese, dopo due ko di fila, dovrà fare attenzione per uscire indenne dalla trasferta in terra cremonese.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti