Commenta

Motta San Fermo,
auto ad alta velocità:
i residenti protestano

motta-strada-ev

Nella foto, l’area dove era posizionato il Velo Ok

CASALMAGGIORE – Più si è piccoli e più si viene trascurati. Questo sono portati a pensare i pochi abitanti di Motta San Fermo, assediati dal traffico. Moltissimi infatti sono gli automobilisti che da Casalmaggiore per recarsi a Sabbioneta percorrono la stretta strada che passa da Ponteterra evitando così la statale Sabbionetana, dove ci potrebbero essere controlli delle forze dell’ordine. E così i veicoli sfrecciano per la piccola frazione casalese. “L’altra sera abbiamo sentito vibrare i vetri della finestra e addirittura l’impianto d’allarme del nostro vicino è scattato mettendosi a suonare”: racconta un residente di Motta San Fermo. Il fatto è che le proteste e le lamentele nulla hanno prodotto. Erano stati chiesti più controlli da parte delle forze dell’ordine e dei provvedimenti al Comune per l’installazione di un paio di dossi per creare il rallentamento necessario. Ma nulla di tutto ciò è stato fatto. La situazione era migliorata quando si era deciso di mettere i misuratori di velocità Velo Ok che per un po’ avevano impaurito i trasgressori. Da due mesi però uno dei due box arancione giace presso il Comando della Polizia locale, inutilizzato. Le guardie municipali lo avevano tolto dopo averlo trovato a terra, danneggiato da qualcuno che di notte lo aveva preso a calci mandandolo al tappeto. Doveva essere riparato e rimesso al suo posto, ma da allora nessuno se ne è più occupato. E così gli autisti hanno ripreso a correre attraversando Motta San Fermo con il piede sull’acceleratore, facendo vibrare i vetri e creando pericoli e rischi per quegli abitanti della frazione che non hanno neppure un marciapiedi su cui cercare di salire per evitare di essere travolti.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti