Commenta

Obesity Day e
SicuraMENTE Donna,
un venerdì per la salute

oglio-po

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – Due importanti appuntamenti con la salute a Casalmaggiore nella mattinata di venerdì, entrambi organizzati in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di Cremona anche se in luoghi diversi (all’ospedale e presso le sale dell’oratorio Maffei).

Persone grasse o comunque fuori peso, venerdì mattina, avranno la possibilità di ricevere indicazioni utili per la dieta più adatta. Si tiene infatti all’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore, così come all’Ospedale Maggiore di Cremona, l’Obesity day, una giornata organizzata dall’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, dedicata alle persone sovrappeso, che potranno ricevere consigli e suggerimenti per un miglior aspetto psicofisico, una migliore alimentazione, un più corretto stile di vita e sentirsi meglio anche dal punto di vista sanitario. Dalle 9 alle 12.30 una equipe di assistenti dietetici e nutrizionali visiteranno gratuitamente le persone che si presenteranno negli ambulatori, offrendo loro i consigli e i suggerimenti per una alimentazione idonea.

Alle ore 10, sempre di venerdì, presso la Sala Polivalente dell’oratorio di Santo Stefano viene organizzato “SicuraMENTE Donna”, con incontri aperti alla cittadinanza. Organizzata in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale dal dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ospedaliera di Cremona, in collaborazione con ONDA – Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna mira a spiegare, come sintetizza il primario dell’Oglio Po del Dipartimento Salute Mentale Antonino Minervino, che “alcune delle specificità del femminile fanno fatica a mostrarsi per effetto di alcune azioni stigmatizzanti. Ciò rende conto del perché sia possibile che donne siano oggetto di violenza senza che questa venga resa pubblica, del perché talenti femminili non trovino il giusto riconoscimento, del perché molto lavoro femminile acquisti caratteristiche di scarsa dignità e lavoro, del perché spesso la sofferenza al femminile non trova le giuste risposte”. Interverranno a Casalmaggiore, oltre a Minervino, anche la psichiatra Daniela Borella, l’educatrice Barbara Grassi, e Annise Grandi e Paola Mantovani dell’Associazione Mia.

R. P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti