Commenta

Flashmob religioso
a Casaletto per la festa
patronale di S. Ignazio

casaletto-creato-ev

CASALETTO (VIADANA) – E’ decisamente un invito particolare, quello arrivato da Casaletto di Viadana, che venerdì sera alle 20.30 celebrerà il santo patrono nella figura di Sant’Ignazio Martire. All’interno della celebrazione peraltro verrà affidato il mandato ai catechisti e verrà dunque festeggiato l’inizio ufficiale del nuovo anno pastorale 2014-2015.

In quest’occasione al termine della messa, attorno alle ore 21.30, sulla strada dell’oratorio a fianco della chiesa, i ragazzi della comunità di Casaletto e dell’Unità Pastorale aiutati dagli educatori faranno il loro debutto col Flashmob “Rise Up” con l’annuncio della Risurrezione di Cristo. “Abbiamo scelto questa data” spiega don Paolo Tonghini “in quanto la festa del Patrono è l’occasione per testimoniare la nostra fede cristiana. Celebrare un martire come Sant’Ignazio è un richiamo forte a vivere la propria testimonianza cristiana dove viviamo ogni giorno imparando sempre più ad essere missionari di Gesù, soprattutto nei luoghi informali o di relazioni quotidiane, ma che possono essere vissute in maniera superficiali e veloce come è la strada o la piazza”.

“E’ molto significativo” aggiunge don Paolo “che siano i ragazzi che consegnano la loro fede alla comunità cristiana dalla quale e nella quale l’hanno accolta, imparata e appresa. Infatti al termine del Flashmob sarà consegnato a tutti i presenti un braccialetto ricordo. Questo sarà l’inizio, in quanto il nostro desiderio e progetto è di farlo anche nei prossimi mesi davanti al Comune di Viadana in piazza, poi a Casalmaggiore sempre davanti al Comune nel mese di maggio prossimo e anche in piazza Sordello a Mantova”.

L’intenzione è di fare una sorpresa e un dono alla Comunità a e poi al territorio casalasco-viadanese. “Per evidenziare” spiegano gli organizzatori “che la comunità cristiana è viva, i nostri ragazzi sono vivi e liberi mentre le istituzioni spesso (come il comune viadanese commissariato!) sono in balia di interessi, sono stagnanti e non creativi. E’ un messaggio semplice e forte che vogliamo dare in umiltà, ma con determinazione al nostro territorio”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti