Commenta

Addio Fabio, “bussa
col sorriso anche alla
porta del Signore”

sabbioneta-bacchi-funerali-ev

Nella foto, due momenti dei funerali di Fabio Bacchi

SABBIONETA – “La caratteristica di Fabio era quella di consegnare la posta sempre con il sorriso. Ed è con lo stesso sorriso che ha bussato alla porta del Signore”. Queste le parole che don Ennio Asinari, parroco emerito di Sabbioneta ha pronunciato in un soffio, con la sua profonda sensibilità, alla mamma del defunto Fabio Bacchi prima che il feretro fosse portato fuori dalla chiesa. I funerali sono sempre un’occasione per trasmettere ai famigliari la vicinanza e l’adesione di una comunità per un lutto improvviso. Specialmente in un caso come questo dove il postino del paese, il 49enne Bacchi, è deceduto martedì pomeriggio cadendo improvvisamente in motorino dopo aver incrociato un trattore. E sabato mattina a Sabbioneta l’oceano di gente ha superato qualsiasi livello di partecipazione, occupando l’intera via davanti l’abitazione di Fabio Bacchi  prima e riempiendo poi i banchi della chiesa. “Ci si domanda sempre perchè Dio debba permettere simili disgrazie – ha pronunciato nell’omelia il parroco don Samuele Riva -. Cosa ha fatto di male Fabio per meritarsi una fine così? Cosa ha fatto Fabio peggio di altre persone per morire in questo modo? Io rabbrividisco quando sento la gente dire che era destino. Il destino non esiste e l’umanità non è fatta di marionette dentro ad un teatro. Ci sono circostante sfavorevoli che non dipendono da noi. E dobbiamo pensare a cosa è successo al figlio di Dio massacrato in quel modo dopo aver distribuito bene”. Don Samuele poi ha citato la suggestiva espressione di un anonimo che ricordava di aver fatto un sogno in cui camminava in riva al mare vedendo accanto alle sue altre orme sulla sabbia. Il giorno che non le ha più notate ha chiesto a Dio perchè lo avesse lasciato solo proprio nel momento più difficile sentendosi così rispondere. ‘I giorni in cui non vedi più le mie orme sono i giorni in cui ti ho preso in braccio. Ecco – ha concluso il parroco – possiamo pensare che Fabio è stato preso in braccio dal signore e vola con lui verso la felicità eterna”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti