Commenta

Rugby Viadana 1970,
ko casalingo: vince
Calvisano 28-13

Andrea-Barbieri-ev

Nella foto (© Andrea Jack Duke), Andrea Barbieri

Trofeo Eccellenza (girone A), II giornata

RUGBY VIADANA 1970 v RUGBY CALVISANO: 13-28 (8-28)

Marcatori: p.t.: 2’ cp Seymour, 3’ m. Quartaroli, 9’ m. Castello, 25’ cp Seymour, 28’ cp McKinley, 31’ cp Seymour, 35’ m. Steyn tr. Seymour, 40’ m. Belardo tr. Seymour, 19’ m. Khyam Apperley

Rugby Viadana 1970: Gennari (15’ st Biasuzzi), Souare, Manganiello, Tizzi (10’ st Pavan), Quartaroli; McKinley, Travagli (10’ st Khyam Apperley); Monfrino (27’ st Anello), Andrea Denti (22’ st Pascu), Ruzza; Civetta, Barbieri; Araoz (27’ st Cavallero), Santamaria (cap) (22’ st Traore), Lombardi (8’ st. Antonio Denti). All.: Sue.

Rugby Calvisano: De Jager; Canavosio, Rokobaro (22’ pt Bergamo), Castello, Di Giulio; Seymour, M. Violi (38’ st Ambrosio jr.); Steyn, Mbandà (27’ st Scanferla), Belardo; Kalou (15’ st Beccaris), Cavalieri; Costanzo (4’ st. Morelli), Ferraro, Panico (10’ st Scarsini). All.: Guidi.

arb. Bertelli (Ferrara)
g.d.l. Pulpo e Sgura
Cartellini: s.t.: (giallo) 31’ st Traore (Viadana), Ferraro (Calvisano), 45’ McKinley

Man of the match: Steyn (Calvisano)
Calciatori: McKinley 1/3, Gennari 0/1 (Rugby Viadana 1970); Seymour  5/6 (Calvisano).
Note: giornata mite terreno in ottime condizioni. 800 spettatori circa.
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 0; Rugby Calvisano 4.

VIADANA – Il Rugby Viadana 1970 incappa nella prima sconfitta stagionale contro un Calvisano che sfrutta al meglio gli errori commessi nella prima parte di gara dai gialloneri. La seconda frazione di gioco vede i bresciani provare a controllare con i padroni di casa che non mollano ed accorciano le distanze senza però riuscire a ribaltare il match. Inizio scoppiettante con Calvisano che rompe gli indugi dalla piazzola al 3’ minuto grazie al calcio preciso dell’apertura Seymour. Il cronometro non fa in tempo a fare un giro completo che Roberto Quartaroli recupera l’ovale e si invola danzando nei pressi della linea destra del campo, rompe il placcaggio e schiaccia l’ovale in meta “alla bandierina”. Calvisano torna a premere e, al 9’, è ben organizzato l’attacco che porta il sovrannumero sul fronte destro con capitan Castello puntuale per il controsorpasso (5-8). Al 25’ i bresciani hanno sul piede di Seymour l’opportunità di aumentare il bottino usufruendo di un calcio piazzato da posizione abbastanza centrale per un’infrazione in ingaggio della prima linea locale. Penalty che centra i pali. Situazione analoga dalla parte opposta del campo con McKinley che spara il pallone a bersaglio da posizione defilata sulla destra (8-11). In questa fase Calvisano mette pressione e vede fruttare il proprio lavoro con la possibilità di andare ancora una volta verso i pali viadanesi con l’ovale spedito da Seymour alla ricerca di altri tre punti; l’apertura è ancora preciso (8-14). Al 35’ i ragazzi di coach Guidi scavano il solco decisivo grazie alla meta del terza centro Steyn (man of the match) che va oltre la linea con Seymour che trasforma (8-21). Prima frazione di gioco con gli ospiti che marcano per la terza volta, in quest’occasione sfruttando il drive dalla touche e portando il flanker Belardo sul tabellino dei marcatori.  Nella seconda frazione di gioco Viadana parte bene ma concretizza solo al 21’ quando su una touche all’altezza dei cinque metri calvini, Khyam Apperley è lesto a trovare dal lato chiuso la via della meta (13-28). Il punteggio non si muove più, ma in campo è stata battaglia vera fino al termine.
REGAN SUE: “Abbiamo messo un altro tassello e fatto un test importante per conoscerci meglio. Nel primo tempo abbiamo commesso errori troppo banali che abbiamo pagato a caro prezzo, mentre nella seconda parte abbiamo mostrato grande carattere ed aggressività. Il ritmo non è stato ancora soddisfacente soprattutto perché i punti di incontro non sono stati gestiti al meglio e non abbiamo fatto bene nell’uno contro uno. Stiamo parlando di una sconfitta e quindi è chiaro che dobbiamo crescere, ma dobbiamo fare tesoro di quanto abbiamo fatto al rientro dagli spogliatoi, continuare con quella convinzione”.

ROBERTO SANTAMARIA: “Mi aspettavo una battaglia ed abbiamo avuto la certezza che i ragazzi non mollano mai. Abbiamo commesso degli errori sotto l’aspetto tecnico che hanno indirizzato la gara a favore dei nostri avversari, ma abbiamo lottato fino alla fine e questo è un aspetto molto importante”.

LIVIU PASCU: “Fisicamente sto bene, dell’infortunio non c’è più traccia, inoltre sono soddisfatto della tenuta atletica. Credo che per migliorare a livello di squadra dobbiamo giocare maggiormente sulla verticale, soprattutto se davanti abbiamo una squadra come il Calvisano che è molto organizzata in difesa. Nel primo tempo dovevamo essere più aggressivi anche nei placcaggi come invece è successo nel secondo dove eravamo spesso in avanzamento. Buona la determinazione anche  nella parte finale e magari con un po’ di organizzazione in più sarebbe andata diversamente”.

ANTONIO DENTI: “In mischia mi sento di dire che è andata abbastanza bene tenendo conto del fatto che di fronte c’era il pacchetto probabilmente più forte. Mi è piaciuta molto la reazione che abbiamo avuto nel secondo tempo, nonostante un risultato sfavorevole, abbiamo messo grande determinazione, ma c’è ancora tanto da fare. Ad esempio? Gli errori commessi sulle mete hanno condizionato il match, quindi a livello di squadra dobbiamo ancora focalizzarci sulla cura dei dettagli”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti