Commenta

La Pomì stecca
ancora in finale:
Montichiari passa 3-0

mazzanti-allenamento-ev

MONTICHIARI – Nella finale del Memorial Stefano Scabari la Pomì Casalmaggiore cede nettamente alla Metalleghe Sanitars Montichiari. A distanza di una settimana dal secondo posto ottenuto al quadrangolare di Ostiano, arriva per le casalasche un’altra piazza d’onore questa volta più indolore nonostante il netto risultato a favore delle avversarie perché conseguita senza poter schierare la formazione migliore a causa di ben tre assenze, rispondenti ai nomi di Sirressi, Skorupa e Gibbemeyer.

Mister Mazzanti sceglie dunque di optare per la diagonale di palleggio Agrifoglio-Bianchini, i centri Klimovich e Stevanovic, le bande Ortolani e Tirozzi, il libero Quiligotti. Monotichiari risponde con Dalia opposta a Tomsia, le bande Vindevoghel e Brinker, le centrali Olivotto e Alberti, il libero Ghilardi. L’inizio di gara è favorevole alla formazione di Casalmaggiore che trova da subito il ritmo giusto. Bianchini e Tirozzi fanno valere le proprie traiettorie mancine in attacco, la difesa recupera parecchi palloni e il punteggio ne beneficia. Al time-out tecnico la Pomì è avanti 8-12, un vantaggio che però al rientro in campo si sgonfia sotto i colpi d’attacco di Gioli e compagne che con un prodigioso breack si portano a condurre 13-12. Montichiari appare lanciata, Dalia alterna bene le trame veloci e il gioco aperto e vola sul 18-14. Sul 19-14 per le ragazze di Barbieri si fa strada il primo cambio nelle fila Pomì, dentro Gennari per Bianchini. Il divario tra le due squadre rimane inalterato con Montichiari che si avvicina al traguardo grazie ad una Tomsia devastante che mette il sigillo sul set con il mani out che fissa il punteggio sul 25-17.

Torna alla formazione del primo set il tecnico di Casalmaggiore con Bianchini in campo nel ruolo di opposta. Il parziale appare il seguito di quello di apertura con la Metalleghe che scappa subito sul 4-1 e mantiene l’iniziativa fino al 6-2. Alcuni ottimi attacchi in pipe di Tirozzi riavvicinano la Pomì sul 6-5 prima e sul 7-6 poi. Montichiari di nuovo in allungo (10-7) dopo il gran muro dell’ex Olivotto su Tirozzi e al time-out tecnico sulla situazione di 12-8 dopo due attacchi punto consecutivi di Brinker. La Pomì inizia a forzare in attacco ed erge un muro invalicabile davanti alle cannoniere bresciane, Stevanovic in particolare fa vedere di cosa è capace in questo fondamentale ed associa anche una efficacia notevole in fast. Le casalasche mettono a segno un breack di sei punti e capovolgono il punteggio portandosi sul 13-15. Montichiari ritrova smalto sotto rete e torna in parità (15-15). Si ripropone di li a poco il cambio del primo set con Gennari per Bianchini mentre nelle fila bresciane Saccomani rileva Vindevoghel. E’ punto a punto tra le due squadre fino allo strappo di Montichiari 21-19 cui prova a mettere freno la mezza tesa di Stevanovic. Metalleghe a due punti dal set dopo mani fuori di Tomsia su Stevanovic e al set-point dopo attacco out di Gennari. Chiude 25-20 Tomsia con bomba da zona due.

Importante variazione tattica nella Pomì Casalmaggiore per il terzo set. Gennari parte nel sestetto titolare per Bianchini che però è sostituita nel ruolo di opposto da Ortolani, Montichiari schiera al centro Alberti per Olivotto. L’inizio è favorevole alla squadra di Casalmaggiore che prova a fare l’andatura sul 4-6 e sul 6-8 dopo muro di Klimovich su Tomsia. La Metalleghe non ci sta e riagguanta sull’11-11 le rosa che poi vanno al time-out tecnico avanti di un punto beneficiando di un malinteso sotto rete delle bresciane. Punteggio di nuovo capovolto a favore di Montichiari che poi allunga 18-14 e costringe la Pomì in affanno. Le cose si complicano ancora di più per la Pomì quando Vindevoghel realizza l’ace del 19-14 e Brinker va a segno da posto quattro per il 20-14. Scorrono i titoli di coda sul match quando Tirozzi manda in rete dalla battuta regalando alle avversarie il 22-16. Ortolani tiene in corsa Casalmaggiore quindi Mazzanti prova a dare peso al servizio inserendo Bianchini per Klimovich. Il primo match-point è nelle mani Alberti sul 24-18 e viene concretizzato dal muro di Tomsia e Gioli su attacco di Gennari.

Alla fine della gara la consegna dei premi personali, con l’ex equo alle giocatrici della formazione bresciana Tomsia e Gioli come migliori realizzatrici, e alla palleggiatrice della Metalleghe Ludovica Dalia come migliore giocatrice. A seguire la consegna dei riconoscimenti da parte dei genitori di Stefano Scabari alle due finaliste.

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI  3

POMI’ CASALMAGGIORE  0

(25-17, 25-20,  25-18)

Metalleghe Sanitars Montichiari: Dalia 2, Brinker 9, Tomsia 17, Alberti 1, Saccomani 2, Olivotto 5, Vindevoghel 6, Gioli 12, Ghilardi (L), Milani, Zampedri, ne Mingardi. All.: Barbieri.

Pomì Casalmaggiore: Ortolani 12, Agrifoglio 1, Bianchini 3, Tirozzi 12, Stevanovic 9, Klimovich 4, Quiligotti, ne Skorupa, ne Sirressi, ne Zago, ne Gibbemeyer. All.: Mazzanti

Note: spettatori 200. Aces: Metalleghe 4, Pomì 1. Battute sbagliate: Metalleghe 5, Pomì  11.Muri: Metalleghe 12, Pomì 4. Ricezione: Metalleghe 58% (prf  27%), Pomì 67%  (prf  32%).

Arbitri: Massimo Piubelli  e Massimiliano Giardini di Verona

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti