Commenta

Task force abusivi:
la quiete dopo la tempesta
e gli stop iniziali

vigili-urbani-stazione-ev

Nella foto, vigili urbani in stazione

CASALMAGGIORE – Hanno vinto le forze dell’ordine contro i venditori abusivi che solitamente sbarcavano a Casalmaggiore per la fiera. A parte pochi personaggi bloccati la mattina del sabato, gli altri giorni non se ne è visto più nemmeno uno. Questo per merito dell’azione preventiva messa in atto da Carabinieri, Polizia locale, Guardia di Finanza e Protezione civile che hanno creato una cintura di sbarramento per chiunque avesse voluto entrare in città con merce contraffatta in spalla.

La decisione di attuare una simile azione di contrasto è nata da uno sfogo di Vigili urbani che si erano dichiarati non più  disponibili a lottare come lo scorso anno contro gli abusivi, rincorrendoli da una via e l’altra del paese in una specie di gara tra guardie e ladri per certi versi comica e inutile. Dopo aver chiesto un parere al Prefetto, che non dispone di mezzi e uomini, per questo tipo di intervento, il sindaco Filippo Bongiovanni ha saputo organizzare un sistema di prevenzione, creando una  proficua rete di sbarramento soprattutto in stazione da dove arrivano normalmente i venditori abusivi. Con la lista degli orari dei treni tra le mani, le varie forze di polizia, a turno e ben in vista, si sono piazzati accanto ai binari scoraggiando qualsiasi venditore abusivo, nessuno dei quali è sceso dal vagone, costretto a scegliere altre piazze per proporre le borse Louis Vuitton o gli occhiali Rayban falsificati.

In particolare, in attesa della conferenza stampa ufficiale di Bongiovanni, posticipata al termine della kermesse, si è detto soddisfatto il comandante della polizia locale Silvio Biffi, il quale peraltro ha confermato che, dopo un lavoro abbastanza impegnativo nella giornata di sabato, primo di fiera, la domenica è trascorsa via tranquilla, con un solo controllo da parte di un venditore di collanine che però ha dimostrato di possedere regolari licenze e partita iva. Tutto a posto, insomma, e nessun caso di abusivismo. Sabato, invece, gli interventi sono stati un po’ più massicci. “Qualcuno ha provato a scappare nascondendosi tra le bancarelle, sfruttando il fatto che il mercato settimanale era stato spostato per l’occasione in viale Mazzini” ha spiegato Biffi “ma siamo riusciti a trovare chi cercava di sfuggire ai controlli, convincendolo a farlo tornare sul treno”. Toccata e fuga, senza fortuna.

Insomma, la task force funziona e in un caso è stata addirittura sin troppo zelante: un muratore è stato fermato, su segnalazione della Protezione Civile, in via Roma a bordo del proprio furgone. Il timore era che trasportasse abbigliamenti taroccati. In realtà all’interno del mezzo la Guardia di Finanza ha trovato solo materiale edile, necessario all’uomo per il suo lavoro. Controllo, insomma, più che altro di prudenza, che però in questi casi non è mai troppa, in attesa dei dati ufficiali sui risultati di questo giro di vite.

Rosario Pisani-Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti