Commenta

Dall’eutanasia
al ricordo dei Defunti
presso il Rotary Cvs

rotary-sanni_ev

Nella foto un momento della serata

VIADANA – Giovane e preparatissimo, don Massimo Sanni ha svolto una colta relazione lunedì sera a Viadana, invitato dal Rotary Club Casalmaggiore-Viadana-Sabbioneta. Tra l’altro il vicario di Piadena, nativo di Bozzolo, ha ricoperto in precedenza identico ruolo a Viadana, trasformando così la serata in una specie di “rimpatriata” con saluti e abbracci con le vecchie conoscenze.

Il presidente del Club Pietro Sganzerla aveva programmato la conviviale facendola anticipare da una Messa in suffragio dei Defunti officiata da don Antonio Censori, nuovo parroco del Castello. Poi tutti a cena nella vicina Locanda Ginnasio dove alla fine del pasto è stato introdotto il tema scelto, riguardante la celebrazione della vita in contrasto con l’aspetto negativo della morte così come comunemente considerato. Il discorso non poteva non scivolare verso delicate considerazioni di carattere etico morale. Traendo spunto dal recente caso di eutanasia di Brittany Maynard si è innescato un interessante e vivace dibattito con interlocuzioni tra don Massimo e i soci Enzo Rosa e Giancarlo Belluzzi.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti