Commenta

Sabbioneta, che destino
per scuola Braga?
La minoranza interroga

sabbioneta-alto-ev

Nella foto Sabbioneta vista dall’alto

SABBIONETA – In attesa della convocazione del prossimo consiglio comunale, il gruppo consiliare di minoranza “Sabbioneta e la sua gente”, con le firme del capogruppo Franco Alessandria e del consigliere Luca Serini, interroga il sindaco Aldo Vincenzi sulla situazione della scuola d’infanzia “Luigi Braga”. Lo fa mediante un’interrogazione urgente, che ripercorre le tappe della struttura e parte infatti dalla proroga da parte della Fondazione Cariverona, per quando concerne il contributo per la ristrutturazione.

Premettendo che a gennaio 2015 apriranno le pre-iscrizioni per l’anno scolastico 2015-2016 e ricordando che in un precedente consiglio comunale (il 31 luglio scorso) l’amministrazione aveva parlato di un incontro imminente con il Cda della Fondazione “Braga” su interrogazione dell’altro gruppo di minoranza “Sabbioneta Protagonista”, Alessandria e Serini sostengono l’opportunità di comunicare ai genitori, prima dell’apertura delle iscrizioni, quale sia il futuro della scuola almeno per i primi tre anni di frequentazioni, ovvero se l’edificio debba essere destinato a scuola materna o ad asilo nido. “Nulla infatti è stato scritto sul programma elettorale” spiegano i due consiglieri di minoranza “e crediamo sia invece opportuno rendere edotti i cittadini della scelta, anche per non perdere il contributo della fondazione Cariverona, che ammonta a 120mila euro massimi”.

Per questo motivo viene interrogato il sindaco sui contenuti dell’incontro con il Cda della Fondazione “Braga”e viene inoltre chiesto se sia stato concordato un progetto realizzabile per usufruire del contributo assegnato. I consiglieri vogliono inoltre conoscere le intenzioni in merito al nuovo progetto di ristrutturazione, ricordando che la struttura sotto l’amministrazione del sindaco Antonio Beccari era stata riconvertita ad asilo nido per una spesa superiore a 300mila euro e chiedono dunque se quello sia il suo destino o se debba invece tornare definitivamente a operare come scuola materna.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti