Commenta

Cena contro la mafia
con i prodotti di Libera
a Rivarolo del Re

equosolidale-ev

Nella foto un momento della cena a Vicoboneghisio

RIVAROLO DEL RE – Una nuova cena equosolidale dedicata in particolare ai prodotti dell’associazione “Libera-Terra”, che da anni si occupa di valorizzare territori meravigliosi ma “difficili” poiché sottratti al controllo dei clan mafiosi. Attraverso l’impegno nel sociale e il duro lavoro di don Luigi Ciotti è stato possibile ridestinare l’uso di questi terreni “mafiosi” alla produzione di beni agricoli come olio, verdura e cereali, coinvolgendo un gran numero di persone sensibili alla causa, provenienti da ogni dove. Per questo i volontari della bottega equo e solidale “Nonsolonoi” di Casalmaggiore hanno voluto celebrare questo encomiabile lavoro che da anni continua senza sosta, organizzando una cena per sensibilizzare e coinvolgere quante più persone possibile a questo tema di grande rilevanza sociale.

La cena sarà cucinata e servita presso l’oratorio di Rivarolo del Re sabato 15 novembre alle ore 20 grazie all’impegno dei volontari della bottega, con prodotti di Libera e del mercato equo solidale, e durante la serata si avrà modo di conoscere, grazie alle testimonianze di alcuni volontari, ciò che sta dietro a questo tipo di attività. Invitati speciali della cena Silvia Camisaschi del Coordinamento Provinciale Libera – Cremona, e il professore Stefano Prandini coautore del saggio “Mafie all’Ombra del Torrazzo”.

L’evento servirà non solo per gustare i prodotti preparati con cura e sapienza, ma anche per capire tutti insieme quanto sia stato fatto e quanto ci sia ancora da fare nella lotta contro le mafie e nel sociale in senso lato. Curiosi i nomi dati ad alcuni dei piatti: nel menù spiccano infatti le Friselline Livorose (alla marinara), le Caserecce Omertose (con carciofi e pomodori secchi), le Polpette Vendicate (con ceci e quinoa) e la Cheesecake Estorta (con il limoncelli di Libera). Tante le prenotazioni giunte per la cena alla bottega Equosolidale di Casalmaggiore in via Marconi, presso i giardinetti del Polo Romani, mentre si cercano volontari per il servizio.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti