Commenta

Il consiglio comunale
ringrazia l’ex sindaco
Claudio Silla

consiglio-casalmaggiore-tascarella-ev

Nella foto, l’amministrazione comunale e il neo-consigliere Calogero Tascarella

CASALMAGGIORE – Convocato ad hoc per la surroga del seggio di consigliere comunale di minoranza divenuto vacante dopo le dimissioni di Claudio Silla, il parlamentino casalese ha riservato giovedì sera all’ex sindaco di Casalmaggiore un saluto a metà tra l’attestato di stima da parte del gruppo di centrosinistra che lo ha sostenuto anche nella scorsa campagna elettorale e l’onore delle armi da parte di chi invece ora siede tra i banchi della maggioranza. A ringraziare Silla per il lavoro svolto da primo cittadino e prima ancora da vicesindaco, l’ex presidente del consiglio comunale Calogero Tascarella, che ne farà le veci dopo le dimissioni in qualità di terzo esponente col maggior numero di preferenze per la lista ‘Casalmaggiore insieme e le sue frazioni’. Tascarella ha preannunciato “un’opposizione costruttiva”, fatta “con l’entusiasmo già dimostrato negli anni d’impegno politico”.

Il consigliere di minoranza ha sottolineato l’appartenenza sì ad una lista civica ma anche al circolo Pd di Casalmaggiore, così come il sindaco Filippo Bongiovanni “è un navigato esponente della Lega Nord”, che “potrà contare su di una maggioranza solida” e sul “silenzio assordante di una parte della minoranza”. Il risultato delle urne, secondo Tascarella, è stato frutto di una “campagna elettorale condotta da Bongiovanni con molta abilità, parlando alla pancia della gente”, toccando temi come “il campo nomadi e l’abbassamento delle tasse, anche se i primi atti del nuovo mandato non hanno realizzato le promesse fatte”. “No all’opposizione preconcetta”, ha precisato Tascarella, che valuterà l’operato dell’amministrazione “in base alla reale efficacia politica dei provvedimenti, non sulla pubblicità”, guardando subito ad obiettivi concreti come l’azione nelle società partecipate, nelle fondazioni e sul futuro della Scuola di Disegno Bottoli, ospitata da Palazzo Martinelli, edificio storico per il quale “la giunta Silla ha vinto un bando per il restauro completo”.

“E’ scomparso, dal punto di vista politico, un grande personaggio”: così Orlando Ferroni, tornando sul congedo di Claudio Silla dalla cosa pubblica. Al consigliere di ‘Casalmaggiore per la Libertà’ e Forza Italia “sarebbe però piaciuto che l’ex sindaco rimanesse cinque anni all’opposizione, per provare cosa significa lottare per le proprie convinzioni contro un’intera maggioranza”. Dal primo cittadino Filippo Bongiovanni, il grazie “ad un fiero, degno e stimabile avversario, non nemico”, dal quale spera di poter “ottenere consigli costruttivi”, al pari di quanto già avvenga “con gli ex sindaci Massimo Araldi e Luciano Toscani”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti