Commenta

Terremoto 2012,
Fava: “Ripartizione dei
fondi vergognosa”

fava-gianni-ev

Nella foto, Gianni Fava

ROMA – “Dei 74 milioni di euro promessi alla Lombardia per fronteggiare i danni del terremoto, il governo ne stanzia 14,6 a titolo di saldo per il 2014, insultando non tanto la Regione, ma i cittadini mantovani che sono stati colpiti da un terremoto senza precedenti e che hanno visto crollare le proprie case e hanno perso, in alcuni casi, tutto. La ripartizione dei fondi, comunicata dal capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, è vergognosa”. Lo dice l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, commentando la lettera in cui la Presidenza del Consiglio comunica il riparto del fondo per la ricostruzione delle aree colpite dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

“Quello che con un colpo di teatro l’esecutivo assegna alla Lombardia, 14,6 milioni a saldo per il 2014, su un totale di 219 milioni di euro – commenta indignato l’assessore lombardo Fava – è lo specchio della gestione patetica e schizofrenica dei governi targati Letta e Renzi, che prima hanno promesso i fondi, poi hanno inopinatamente tagliato a loro piacimento, in spregio alle necessità delle famiglie”.

“Mi chiedo – conclude Fava – cosa sarebbe successo se al posto del Pd alla guida dell’Italia ci fosse stato un governo di altro orientamento politico: avremmo visto sindaci e popolazione in piazza, mentre oggi tutto tace e ci si inchina al volere di sua maestà Renzi, che evidentemente considera una delle aree maggiormente colpite dal terremoto come un territorio da vessare a colpi di tasse, Imu e nient’altro. Il tutto nel più completo silenzio della giunta provinciale e dei parlamentari mantovani, compresi quelli allineati al governo”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti