Commenta

Gussola investe
nella scuola: materiale
didattico e corsi

gussola_ev

Nella foto, il municipio di Gussola

GUSSOLA – L’amministrazione comunale di Gussola ha finalizzato i progetti per investire parte del Fondo Straordinario 2014 stanziato dal Concass e, “consapevole di quanto sia importante l’istruzione, che non ha solo un valore privato, ma anche un valore sociale – precisa il sindaco Stefano Belli Franzini -, ha scelto di sostenere e supportare il percorso formativo a partire dalle scuole primarie, ed i nuclei familiari in difficoltà”. Con la collaborazione dell’assistente sociale Bianca Lena, il Consigliere referente per i Servizi Sociali Miriam Voltini, ha utilizzato parte del fondo concesso per attivare un Contributo Scolastico a sostegno delle spese sostenute dalle famiglie per l’acquisto del materiale didattico per i bambini delle scuole primarie. “La Regione Lombardia – spiega il primo cittadino gussolese – è tuttora responsabile della cosiddetta ‘Dote Scuola’, che però è prevista solo per le scuole medie, escludendo da tale beneficio le primarie, per cui le famiglie, pur potendo disporre gratuitamente dei libri di testo scolastici, devono comunque far fronte alle spese per l’acquisto del materiale didattico, che incidono notevolmente sul loro budget. Per questo è stata messa a disposizione una quota a carico del fondo ottenuto, per aiutare i nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti nel relativo bando per la concessione del contributo”. “Parte del suddetto fondo è stato, invece, utilizzato per attivare, sempre presso le scuole primarie, dei Corsi di Laboratorio per alleggerire la routine scolastica, permettendo ai bambini di dare sfogo alla loro creatività. In particolare, si tratta di un corso di Educazione Musicale, atto a sviluppare i principali aspetti del linguaggio musicale e le sue diverse forme di espressione, e uno di Psicomotricità, finalizzato alla scoperta di modi espressivi sia a livello psicomotorio, attraverso il lavoro con il corpo, sia a livello delle abilità manuali, attraverso attività quali il disegno, la pittura, l’origami”.

Il Corso di Educazione Musicale è attivo dal 12 novembre scorso e si articolerà in cinque incontri per classe, partendo, in questo primo quadrimestre, con la 4 e la 5 A e B, mentre le prime tre classi, 1 A, 2 A, 3 A e B, cominceranno dal 27 novembre quello di Psicomotricità, e nel secondo quadrimestre i corsi verranno invertiti, in modo da coinvolgere tutti i bambini e da far sperimentare a tutti gli stessi percorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti