Commenta

Ucciso a Parma con
due colpi di pistola
un 43enne casalasco

carabinieri-notte2-ev

AGGIORNAMENTO – Ucciso con due colpi di arma da fuoco, uno al petto e uno al viso: così lo hanno trovato i carabinieri di Parma nella serata di venerdì, intorno alle 19, chiuso nel bagagliaio di un’auto Range Rover parcheggiata in via San Leonardo. La vittima è Giorgio Gobbi, 43enne di Casteldidone, che gestiva un’attività di vendita auto nel Cremonese. L’uomo, originario del paese casalasco, negli ultimi anni era stato parecchie volte in una comunità di recupero. Era già noto alle forze dell’ordine, dopo essere stato vittima di un tentato omicidio verificatosi nel luglio 2003, quando era stato raggiunto da una revolverata di fronte a un bar di San Giovanni in croce, e si era salvato grazie al portafogli, che aveva attutito il colpo.

La moglie della vittima ne aveva denunciato la scomparsa il giorno prima: l’uomo non era infatti rientrato in casa e non era reperibile neppure al telefono. Dopo il ritrovamento i Carabinieri e i Ris di Parma hanno lavorato a lungo per cercare alcuni elementi utili all’indagine a bordo dell’auto. Come ad esempio il succo di frutta e la cannuccia rinvenuti a bordo, o ancora il segno evidente di una frenata, proprio vicino all’auto.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti