Commenta

La bici ecologica
fatta coi rifiuti che
diventa un business

cargo-bike-rastelli-ev

Nella foto, la bici ecologica realizzata da Rastelli e Mercadanti

CASALMAGGIORE – Sabato mattina, presso il mercato di piazza Garibaldi a Casalmaggiore, è stata esposta una bicicletta ecologica realizzata dal casalese Matteo Rastelli e dal parmigiano Alessandro Mercadanti. Il primo, studente universitario di 21 anni, ambientalista, vegano e casalese doc, collaboratore ed utilizzatore finale del mezzo. Il secondo, 32enne ecologista, vegano e scalzista, che di mestiere fa il fabbro ed ha introdotto a Parma l’idea del ciclofabbro: un fabbro ecologista in bicicletta, chiamando la sua attività CiclofabbroBaGÄj. Alessandro è stato il progettista e costruttore di questa bicicletta denominata CargoBaGÄj (da CargoBike, velocipede a tre ruote con cassone davanti). La bicicletta è realizzata con materiale di scarto. “Ho intrapreso questo percorso – spiega Rastelli – per abbandonare la macchina per piccole tratte senza dover rinunciare ad un comodo “baule” anteriore e/o trasporto persone. La mia scelta è prima di tutto ecologica e rafforzata da una produzione a km zero made in Parma piuttosto che Cina o Messico. Contro ogni sfruttamento ed inquinamento nella produzione e trasporto. L’ho fatto anche per ridare vita a “rifiuti” come la mia vecchia mountain bike, il carretto davanti ed altri componenti. Ed anche per abbattere le emissioni di CO2. Inoltre posso “parcheggiare ovunque”, entrare in ZTL, non devo pagare bollo, assicurazione o altro, niente costi di carburante”.

L’idea ecologica sembra trasformarsi in un vero e proprio business verde: Alessandro Mercadanti ha già intenzione di vendere i prossimi modelli. “Ho messo in vendita l’auto e mi sono messo ad imbastire la cargoBaGÄj – spiega il parmigiano -. Attualmente ho ricevuto complimenti e commissioni nella costruzione, ben 8 e appena avrò la possibilità di ampliare il progetto magari nell’apertura di un Cargoconcessionario partiranno nuove idee e progetti tipo: vendita, noleggio e riparazione.La città ne trarrà solo che benefici nella mobilità, assistenza a domicilio in cargo, Ecoconsegne di ogni tipo, il ritorno di fornai, netturbini, traslochi, sgomberi, riciclanti, ciclofficine, mini palchi per musicisti e via, via… Ciclofabbro compreso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti