Commenta

Estudiantina e Banda
della Scuola: teatro gremito
per gli auguri in musica

estudiantina-bongiovanni_ev

Nella foto un momento del concerto e del discorso del sindaco

CASALMAGGIORE – Un Natale in musica, come da anni accade presso il Teatro Comunale di Casalmaggiore: quasi due ore di concerto per regalare ai casalesi, che hanno gremito la struttura di via Cairoli, un po’ di calore, spensieratezza e buoni sentimenti, must per ogni Natale. Domenica sera alle ore 21 due bande cittadine hanno rallegrato l’atmosfera: prima la banda musicale della Scuola Media Diotti di Casalmaggiore, diretta dal Maestro Daniele Marasi, poi il Corpo Bandistico Estudiantina, guidato dal Maestro Roberto Lupi. Canzoni classiche di questo periodo, riprese dal repertorio americano e inglese (con qualche inserto italiano, almeno tra gli autori), ma anche new entry inattese e non necessariamente natalizie.

Da “Amazing Grace” di Williams, a “Happy Christmas” di John Lennon e Yoko Ono, con la novità, ripresa direttamente da Howard Shore, di alcuni passaggi della colonna sonora del capolavoro “Il Signore degli Anelli”, senza scordare qualche tocco da favola con stralci della colonna sonora del cartoon Disney “Gli Aristogatti”. Da ricordare anche “North Pole Sleigh Ride” di Williams, “Snow Globe” e “A Canadian Ballade” di Sheldon, “Stay Cool” di Grassi e “Cruise Control” di Hodges, tutti eseguiti dalla Banda nella Scuola, mentre l’Estudiantina ha suonato, tra le altre, anche “Compliment” di Stanek, “Klezmer Fantasy” di Saurer (con il bravo Gabriele Rugini come solita), “Cielito Lindo” di Schneyders, “Crebula” di Pusceddu, “Mambo Jambo” di Prado, “Italian Holiday” di Longfield e “Die Beiden Kleinen Finken” di Kling.

Due ore di musica presentate da Chiara Zani e dal presidente dell’Estudiantina Claudio Acquaroni, che hanno consentito anche di ricordare la figura di Enrico Guerra, storico bassotuba recentemente scomparso, e di festeggiare il ritorno di Thomas Ruberti in formazione. Proprio a Thomas, che un anno lottava contro una terribile malattia, era stato dedicato il concerto dodici mesi fa. Il sorriso migliore, dunque, è giunto da lui.

Dal sindaco Filippo Bongiovanni, invece, è arrivato un bilancio sull’attività di questi primi sette mesi: “Abbiamo lavorato per rilanciare il paese, per svecchiarlo, per rendere la stessa macchina amministrativa più snella” ha spiegato Bongiovanni, che ha voluto evidenziare i passi avanti in materia di sicurezza come la costituzione della consulta, la pulizia di fossi e siepi, la lotta alla contraffazione, gli incontri in frazione, la sostituzione del sistema obsoleto di videosorveglianza; di lavori pubblici, pensando alla riasfaltatura dell’Asolana e del tratto Quattrocase-Roncadello, la partenza del secondo tratto della Gronda Nord, i lavori che partiranno a breve per la bonifica dell’amianto dalla scuola di Vicobellignano, la sistemazione della strada Casalbellotto-Prati-Valle che inizierà a primavera, la volontà di mettere in sicurezza l’incrocio tra via Galluzzi e la Castelnovese in attesa di fondi regionali, la sponsorizzazione tecnica sul Torrione e la Chiesa di San Rocco, la riqualificazione di via Baldesio e via Roma.

E ancora, parlando di cultura e politiche giovanili, il bando ottenuto sul fondo Expo con il progetto del bus navetta e del trenino verso Sabbioneta, la mostra Brunivo Buttarelli and Friends, la scambio on line sul mercatino dei libri di scuola, la nuova stagione teatrale, più completa e la partecipazione alla Borsa Internazionale del Turismo; su commercio, scuola, frazioni e pari opportunità Bongiovanni ha ricordato l’allestimento del PalaGhiaccio, la costituzione del Distretto dell’Attrattività, il recupero insoluto sul servizio mensa con la volontà di gestire a livello informatico e in anticipo i pagamenti per migliorare la qualità del servizio, l’esposizione “Zappato Rojos” e il Cineforum dell’associazione Mia e il Progetto Icaro, il WiFi libero in piazza e il nuovo appalto su calore e illuminazione pubblica. Con uno spunto finale dedicato ai cittadini, prima degli auguri di rito: “Dateci una mano ad amministrare ancora meglio: non abbiamo paura di lavorare”. Prossimo appuntamento per l’Estudiantina il prossimo 6 gennaio alle ore 21 presso la chiesa di San Francesco per il Concerto dell’Epifania, quando si esibiranno il coro dell’Estudiantina, il coro di Torre dè Picenardi, il coro di Cividale e Spineda, con l’orchestra Filarmonica di Mantova diretta da Donato Morselli.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti