Commenta

“Adesso abbiamo
la forza di
diecimila abitanti”

vincenzi-madeo-baruffaldi-ev

Nella foto, da sinistra: Vincenzi, Madeo e Baruffaldi

DOSOLO – La convenzione tra i tre Comuni di Dosolo, Pomponesco e Sabbioneta da lunedì 22 dicembre è un atto ufficiale. L’importante documento è stato firmato dai tre sindaci all’interno del municipio dosolese con il sindaco Vincenzo Madeo a fare gli onori di casa. Al suo fianco il primo cittadino di Pomponesco Giuseppe Baruffaldi e quello di Sabbioneta Aldo Vincenzi di Sabbioneta. Numerosi e fondamentali i servizi che verrano da questo momento accorpati: la gestione ed il controllo finanziario, l’organizzazione dei servizi pubblici, il catasto, la pianificazione urbanistica ed edilizia, la gestione dei servizi di raccolta, lo smaltimento rifiuti urbani, la protezione civile e il coordinamento di primo soccorso, i servizi sociali, l’edilizia scolastica, la polizia municipale ed i servizi in materia di statistica. Un bel pacchetto di compiti e incombenze che d’ora in avanti potranno essere svolti in collaborazione tra le tre realtà comunali anche per rispondere ad una legge che obbliga i Comuni a creare le condizioni per giungere ad un risparmio sulle spese di gestione di almeno il 5%. E l’utilizzo di un segretario comunale unico può costituire già un passo notevole in questa direzione. Non è ancora l’unione dei Comuni come hanno fatto Spineda, Casteldidone e Rivarolo del Re con Foedus ma la strada tracciata è quella giusta. Anche perché per fare l’unione manca la contiguità territoriale rappresentata dalla posizione geografia di Viadana con cui i tre amministratori che hanno firmato lunedì la convenzione non sono mai stati in grado di stringere accordi: “Ma adesso noi abbiamo una forza rappresentata dai nostri diecimila abitanti”, ammicca il sindaco di Dosolo Madeo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti