Commenta

Caserma Gonzaga
nell’Art Bonus, regalo
di Natale per Bozzolo

caserma-gonzaga_ev

Nella foto Caserma Gonzaga avvolta in un ideale nastro rosso e un dettaglio del progetto

BOZZOLO – ‎La Giunta Comunale di Bozzolo ha recentemente individuato il Palazzo ex Ufficio delle Entrate, noto come Caserma “Gonzaga”, da poco trasferito dal Demanio dello Stato al Comune di Bozzolo, come destinatario delle provvidenze previste dall’Art Bonus, previsto dal decreto Franceschini. Palazzo Gonzaga é stato trasferito in virtù del cosiddetto “federalismo demaniale” accogliendo le richieste di tre amministrazioni comunali (Mussini, Compagnoni e Torchio).

“L’Art Bonus è un provvedimento, rivoluzionario per il nostro sistema, ma ben presente in molti altri Paesi” spiega il sindaco Torchio “che favoriscono il mecenatismo. Consente di destinare risorse di contribuenti privati e società per il restauro e la conservazione di opere artistiche e monumenti individuati dal Comune con apposita delibera”. Non solo. “Per far fronte all’impegno gravoso del completo recupero del palazzo, recentemente trasferito al Comune per un periodo transitorio di tre anni pena la sua restituzione allo Stato, non possiamo di certo contare solo sull’affitto del bar Medau posto al piano terraaffermano il sindaco Giuseppe Torchio e l’assessore all’urbanistica Alice Borsari, che constatano come tale somma sia solo una partita di giro in quanto poi defalcata dai trasferimenti statali.

“Abbiamo iniziato a sistemare infissi ed imposte ma il “regalo di Natale dello Stato”, come evidenzia l’immagine di accompagnamento della guida che verrà distribuita alle famiglie e che presenta il palazzo avvolto con un beneaugurante nastro rosso, é particolarmente impegnativo per la nostra portata. Si é deciso” proseguono Torchio e Borsari “di gemellare l’immobile al decreto Franceschini dopo che alcuni privati, spontaneamente, si sono fatti vivi per offrire stampe e serigrafie di pregio per abbellire le pareti. Il mecenatismo non é scomparso e una prossima riunione con Commercialisti e Centri di Assistenza Fiscali analizzerà il decreto, evidenziandone i vantaggi, soprattutto per le persone fisiche ed in misura minore per le piccole e medie imprese. Ora non rimane che contare sulla disponibilità della cittadinanza tenuto conto che il Comune, grazie ai tagli dei trasferimenti statali ed il fermo delle attività edili, presenta un taglio di circa un milione ‎di euro all’anno”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti