Commenta

Ricerca del Corriere,
la Padana Inferiore tra
le dieci strade “mortali”

incidenti-mortali-evid

PIADENA/BOZZOLO – Due strade che attraversano la provincia di Cremona fra le prime tre più pericolose della Lombardia. Tre fra le prime dieci della regione. E’ quanto emerge da un’elaborazione dell’Aci sulle statali realizzata per il Corriere del Sera valutando numero di incidenti, decessi e indice di mortalità sulla base dei dati del 2013. Complessivamente sulle strade lombarde 33590 incidenti, con 422 morti e 46335 feriti. Indice di mortalità a 12,56 (morti per cento incidenti). Al primo posto i 147,8 chilometri della statale 42 del Tonale e della Meldola: 143 incidenti, 10 morti, indice di mortalità a 6,99. Seguono due strade che conosciamo bene: i 71,66 chilometri della Paullese con 89 incidenti, 9 morti e incide di mortalità a 10,11, e i 127,40 chilometri della Padana Inferiore con 119 incidenti, 9 morti e indice di mortalità a 7,56.

Quest’ultima strada, la Padana Inferiore appunto, in particolare incrocia il territorio Oglio Po, con due comuni principali intersecati, ossia Piadena e Bozzolo, e un incrocio anche con la strada Asolana, altra via molto pericolosa, come ben sanno i casalasco-viadanesi. Altra strada il cui tracciato interessa la nostra provincia è la statale 45 bis Gardesana Occidentale, che da Cremona porta fino al Lago di Garda passando da Manerbio. Questa strada (lunga 106,8 chilometri) è al nono posto tra le prime dieci più pericolose della Lombardia con 109 incidenti, 5 morti e un’indice di mortalità a 4,59.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti