Commenta

Trenord, i disservizi
riguardano anche
i pullman…

trenord_ev

Nella foto, un convoglio di Trenord in stazione a Casalmaggiore

SAN POLO DI TORRILE (PR) – “Oggi è successo qualcosa che ha del surreale”. Inizia così lo sfogo di Alberto Capelli, 47enne di Casalmaggiore che giovedì mattina si è ritrovato (suo malgrado) a vivere l’ennesimo disservizio di Trenord. “Qualcuno ha rubato del rame sulla tratta ferroviaria tra San Polo di Torrile e Parma”, spiega il casalese. “Ok, noi andiamo a gasolio (il riferimento è alle littorine della tratta Parma-Brescia, ndr) ma questo rame servirà sicuramente per la gestione del traffico e quindi è stata giustamente sospesa la percorrenza dei treni in quella tratta. È stato disposto un servizio di treno sostitutivo per la tratta indicata. Fin qui tutto bene, forse”. “Il treno – prosegue il racconto – arriva a San Polo con il consueto ritardo di 15 minuti ma non c’è nessun servizio pullman sostitutivo ad aspettare i passeggeri”. L’autobus, in realtà era già partito: “C’era ma non ha aspettato l’arrivo del treno in ritardo per andare a Parma, è partito con un paio di persone che erano a San Polo di Torrile”. Abbandonati tutti gli altri pendolari, una quarantina circa, che erano sullo stesso treno preso da Capelli.

“Il pullman ha poi preso i passeggeri di Parma alle 8.22 e il ha riportati a San Polo, dove nel frattempo era arrivato il treno dell’ora dopo da Brescia, quindi sono quasi raddoppiati i passeggeri che dovevano salire sul pullman”. “Quando siamo arrivati a Parma ho chiesto all’autista che logica poteva aver determinato l’andarsene senza aspettare il treno”: spiega Capelli. La risposta? “Nessuno gli aveva detto che il treno era in ritardo. Ed era un servizio sostitutivo ad un treno…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti