Commenta

Due proposte dal
Listone in consiglio
su lavoro e pendolari

gardani-rossi-listone-ev

Nella foto Gardani e Rossi in consiglio comunale

CASALMAGGIORE – In attesa della convocazione ufficiale del prossimo consiglio comunale, che sarà comunque venerdì 30 gennaio, vi sono già due ordini del giorno presentati dal gruppo di minoranza del Listone a firma dei consiglieri Matteo Rossi e Carlo Gardani. I due temi, indubbiamente molto sentiti, riguardano crisi del lavoro e problematiche legate al sistema di trasporto Trenord.

Nel primo caso, partendo dal presupposto che la mancanza di posti di lavoro sta raggiungendo livelli disperati, “il Listone chiede di intensificare, mediante l’istituzione di una apposita commissione composta da tutti i gruppi consiliari, i contatti diretti con gli imprenditori, le organizzazioni sindacali, le associazioni di categoria e gli istituti di credito, per verificare, conoscere e interpretare le reali esigenze del variegato mondo del lavoro”. L’intento è ovviamente quello di traghettare tutto il Casalasco fuori dalla crisi e dall’isolamento, beneficiando anche del traino di realtà limitrofe, eventualmente più floride, come quelle mantovane e parmensi.

Il secondo documento, invece, prova a sottolineare una volta di più l’annoso problema del trasporto ferroviario sulle linee gestite da Trenord, nel caso specifico di Casalmaggiore, la Parma-Brescia e la Mantova-Milano. “Non è possibile” si legge nel documento depositato giovedì mattina “che una società gestita dallo Stato attraverso Trenitalia e dalla Regione Lombardia attraverso Fnm Spa, continui a “dimenticarsi” del nostro territorio, creando difficoltà a tutti i pendolari che usano il mezzo su rotaia, sia per raggiungere i luoghi di lavori e di cura, sia per altri interessi”. L’impegno richiesto dal documento, in particolare, è rivolto a tutti gli amministratori, ai quali si chiede di contattare i propri riferimenti di partito o di gruppo, provando a trovare una soluzione definitiva e positiva.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti