Commenta

Dalla Regione
40mila euro per
la sicurezza informatica

info-security-ev

SAN MARTINO DALL’ARGINE – Si è sempre detto che l’unione fa la forza. Ebbene, nel caso di San Martino dall’Argine la citazione ha un doppio significato perché il beneficio va a soddisfare proprio le necessità dell’Unione dei Comuni di cui appunto il paese del budino è entrato a far parte insieme a Gazzuolo e Commessaggio. In questi giorni è infatti arrivata la notizia che la Regione Lombardia ha accolto la richiesta di finanziamenti a favore dell’Unione Terre d’Oglio per il progetto Infosecurity. Era un bando rivolto esclusivamente ai Comuni nati da fusioni e alle Unioni di Comuni per elargire 40mila euro per garantire sicurezza informatica dei sistemi informativi degli Enti locali lombardi, attravrso il “Voucher digitale Infosecurity”. Con questo denaro si potranno finanziare la realizzazione e la gestione d’infrastrutture tecnologiche, rete dati, fonia, apparati di banche dati, applicazione di software, nonchè la formazione informatica e la consulenza professionale. Soddisfatto il sindaco di San Martino dall’Argine Alessio Renoldi anche per il ruolo di presidente dell’Unione ricoperto. “Questo è il primo finanziamento ottenuto dall’Unione e che vede San Martino capofila del sistema informatico di Comuni dell’Oglio Po”.

Il finanziamento ricopre d’orgoglio il primo cittadino in quanto premia la lungimiranza nell’aver scelto l’Unione e non le Convenzioni, in quanto nel caso contrario non si sarebbe potuto ottenere nemmeno uno spicciolo di finanziamento. “Oggi quasi tutti i bandi prevedono maggiori punteggi per i Comuni che si uniscono – spiega Renoldi – e non possiamo più rimanere fermi a guardare il campanile del nostro paese senza una strategia comune”. Infine il sindaco ci tiene a sottolineare i ringraziamenti rivolti al tecnico informatico Orazio Repetti per avere saputo redigere il progetto in maniera professionale.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti