Commenta

Veglia per la Vita,
preghiera e commozione
a Viadana

veglia-vita-viadana-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona: nella foto, la Veglia per la Vita a Viadana

VIADANA – Un’assemblea numerosa e attenta ha partecipato alla Veglia per la Vita promossa dalle parrocchie delle zone pastorali IX, X e XI. L’incontro di preghiera e riflessione si è svolta presso l’Auditorium Fabia Gardinazzi dell’ITC Sanfelice di Viadana, nel centro della cittadina mantovana, nella serata di giovedì scorso. Il coordinamento dell’appuntamento è stato affidato anche quest’anno a don Ottorino Baronio, parroco di Vicomoscano, che ormai da alcuni anni riesce a offrire ai presenti, nel corso della serata, momenti di intensa commozione, accanto a occasioni di approfondimento e preghiera comunitaria. Nella cornice del messaggio dei Vescovi per la XXXVII giornata per la vita – “Solidali per la vita” – che ha introdotto i diversi elementi della veglia, ampio spazio hanno avuto due testimonianze. Francesca, una giovane di cremonese, ha raccontato il suo recente approdo alla fede dopo stagioni di sofferenza connotate da incomprensioni con la famiglia di origine, l’oblio delle dipendenze e la drammatica e decisiva esperienza dell’interruzione di una gravidanza. A quest’ultima vicenda, infatti, Francesca ha attribuito l’origine di un’angoscia che l’ha condotta fino alla depressione, prima dell’approdo nella comunità “Nuovi orizzonti” e dell’incontro con l’associazione “La vigna di Rachele”, impegnata nel sostegno a donne che hanno abortito, che le ha permesso di iniziare a sciogliere il nodo da cui era oppressa.

Il messaggio dei Vescovi ha introdotto anche la seconda testimonianza, quella di Giovanni e Angela, una coppia di San Benedetto Po che ha colto nell’adozione di Alessandro un segno del progetto di Dio su di loro e una conferma che la generazione non è un evento solo biologico, ma accade prima di tutto “nel cuore e nella testa”. I fedeli giunti dalle parrocchie del Viadanese e del Casalasco hanno avuto l’opportunità di vivere con intensità la veglia anche grazie al sostegno del gruppo di animazione teatrale e musicale “Gardart” e a due sorprendenti esibizioni dal vivo di “animazione con la sabbia” da parte di don Alessadro Bertoni, diacono in servizio nella parrocchia di Vicomoscano in questi mesi che lo separano dall’ordinazione presbiterale di inizio giugno.

© Riproduzione riservata
Commenti