Commenta

“Adotta una bici
per la scuola
di ciclismo”

gioca-bici-montagna-ev

Nella foto, i ragazzi della Gioca in Bici Oglio Po in gita in montagna

CASALMAGGIORE – L’Asd Gioca in Bici Oglio Po ha inaugurato il progetto “Adotta una bici per la scuola di ciclismo”. Il sodalizio casalasco che accoglie bambini dai 7 ai 12 anni, guidato dal presidente Daniele Chiarentin e dai direttori sportivi Maurizio Vezzosi e Gianfranco Rossetti e riconosciuto da settembre 2014 come Scuola di Ciclismo Federale, con il Panathlon Club Casalmaggiore Viadana Oglio Po Parma ha intrapreso un progetto di educazione alimentare dal titolo “Ciclismo nel comprensorio Oglio Po e corretta alimentazione: il binomio vincente per la salute delle giovani generazioni” rivolto ai bambini delle classi prime delle scuole secondarie di primo grado dei Comuni di Casalmaggiore, Viadana, Sabbioneta, San Polo di Torrile. Ruolo della Gioca in Bici Oglio Po all’interno del progetto è quello di stimolare le giovani leve alla pratica dello sport in genere ma in particolare favorire l’avvicinamento al ciclismo.

“Attualmente – spiegano i referenti – non abbiamo un parco biciclette di proprietà e acquistarne è l’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere per garantire l’attività sportiva per gli anni futuri”. Da questa esigenza nasce l’iniziativa “Adotta una bici per la scuola di ciclismo… non perdere la volata vincente”: rivolta ad associazioni, enti, aziende e singoli privati che con 800 euro potranno adottare una bici e che vedranno poi sul telaio della bici adottata visibile il loro logo o marchio o nome. La prima azienda che ha adottato una bici è Arti Grafiche Castello Spa di Viadana che la Gioca in Bici Oglio Po ringrazia pubblicamente. Durante il week end la società ha organizzato anche una gita a Santa Caterina Valfurva con i giovani atleti e i genitori al seguito per avvicinarli allo sci di fondo: i ragazzi hanno potuto per tre giorni sperimentare un altro sport grazie alla scuola Sci di Fondo di Santa Caterina e ai loro maestri.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti