Commenta

Pomì, che sofferenza
ma contro Forlì
arrivano 3 punti

pomì-forlì_ev

Nella foto la Pomì al servizio in un PalaGeorge vuoto

MONTICHIARI – La Pomì migra a Montichiari (palazzetto semivuoto per le rosa) per prendersi tre punti jolly contro il fanalino di coda (assieme ad Urbino) Forlì della ex Tai Aguero. Il ko di Conegliano, proprio a Montichiari contro la Metalleghe, nella gara iniziata alle ore 17, offre alle rosa un’opportunità clamorosa: scappare a +5 dal quarto posto e consolidare la terza posizione. Vediamo come è andata nel dettaglio.

POMI’ CASALMAGGIORE-VOLLEY FORLI’ 3-1 (16-25, 25-22, 25-13, 25-16)

PRIMO SET – Avvio choc per le rosa: gli errori di Bianchini, Ortolani (sostituita in fretta) e Tirozzi (out due volte) spediscono Forlì sullo 0-8. Il primo punto della Pomì è un regalo ospite, ma l’ex Tai Aguero trascina le romagnole sul 3-11. Casalmaggiore prova a reagire ma non trova il bandolo della matassa e si attarda ulteriormente complici errori in attacco e un muro di Forlì che si rivela più solido del soffitto del PalaFarina. Aguero deve avere un conto in sospeso con la sua ex squadra e continua a martellare: 11-18. Gennari e Gibbemeyer per il riscatto momentaneo. Per Casalmaggiore non ce n’è: Lancelotti appena entrata mette giù l’ace del 14-22. Il margine si dilata e Forlì guadagna il primo parziale con addirittura 9 punti di vantaggio: 16-25.

SECONDO SET – Parte ancora meglio il team di coach Vercesi ma stavolta Casalmaggiore resta in scia e arriva presto al sorpasso. Il primo time out arriva sull’8-5. Il set sembra prendere una piega diversa per la Pomì che invece concede ancora il recupero a Forlì: 10-10. Si viaggia punto a punto e al time out tecnico le rosa sono sotto di 1: 11-12. Ortolani, rientrata per Bianchini, torna sul pezzo al pari di Stevanovich, efficace a muro: 14-14. Gennari prende per mano la Pomì e la porta sul 16-15. Le rosa non prendono il largo e Forlì resta agganciata, sino al 18-18 che costringe Mazzanti a richiamare le sue. Serve un ace di Gennari per far tornare Casalmaggiore avanti di due. Gibbemeyer chiude col muro un punto interminabile che vale il 22-20 e un’infrazione ospite porta in dote il 23-20. A fatica, con Ortolani e un eccesso di Aguero in attacco, la Pomì porta a casa il secondo set 25-22.

TERZO SET – Per la prima volta nel match a dettare il passo è Casalmaggiore, che arriva rapida a doppiare Forlì: 6-3. il più tre regge anche grazie alle imprecisioni delle ospiti, con Koleva in tilt in battuta e ammonita per proteste. Tirozzi inchioda l’11-8 e il 14-9 che inducono l’allenatore Vercesi a chiedere il time out. Il parziale è saldamente in pugno alle rosa che con Gennari volano a +7: 18-11. Sul 20-12 è ancora il tecnico delle romagnole a stoppare la gara. Il parziale diventa un monologo rosa: con Skorupa in battuta il vantaggio lievita: 24-12. La schiacciata decisiva, quella del 25-13, è un bolide di Ortolani.

QUARTO SET – Appagata dal risultato ribaltato, la Pomì comincia col piede sbagliato e serve un time out sul 2-5 per far tornare le rosa in partita: con Ortolani in battuta si arriva al 6-6. Per lo strappo di Casalmaggiore bisogna attendere l’ace di Gennari: 11-9. Con Gibbemeyer si tiene il +2. Con Tirozzi si vola a +4: 16-12 dalla linea dei 9 metri. Il 20esimo punto rosa del set è di Gibbemeyer e allontana Forlì a -7. Sempre l’americana scava il solco decisivo: 23-14. Ortolani griffa gli ultimi due punti casalesi del match: finisce 25-16 e le rosa vincono in quella che rischia di diventare la loro nuova casa, il Pala George di Montichiari.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti