Commenta

Volontari riaprono
l’oratorio di Torricella
del Pizzo

oratorio-torricella-ev

Nella foto, l’ingresso dell’oratorio di Torricella del Pizzo

TORRICELLA DEL PIZZO – Dopo anni di chiusura, seguiti allo choc di aver perso il proprio parroco “esclusivo” il che ha portato all’unione parrocchiale con Gussola, l’oratorio di Torricella del Pizzo torna a vivere. Era un peccato vedere un’area che ha allevato tanti ragazzi nei decenni passati inutilizzata, anche per le tante risorse che può mettere a disposizione. All’interno dell’area c’è la chiesa di Sant’Anna, usata spesso per cerimonie religiose, c’è la canonica ristrutturata da poco che purtroppo è inoccupata, ci sono gli spazi interni, pure rimessi a nuovo alcuni anni fa, e infine la zona esterna su cemento nell’area recintata e il campo di calcio in erba sul retro. La novità, come si afferma in un comunicato distribuito in paese, “è che un gruppo di volontari ha deciso di rimettersi in gioco e di riaprire l’oratorio, un ambiente di aggregazione e di ritrovo sia culturale che religioso per la nostra comunità. Faremo parte di un circolo denominato “Associazione Noi” che comprende tantissimi oratori dislocati su tutta la rete nazionale; visto il nostro piccolo paese saremo supportati dall’Associazione Oratorio Santa Maria (di Gussola, ndr), ma che comunque ci vedrà indipendenti nella gestione e nell’organizzazione di manifestazioni ed eventi che verranno proposti”. Sono previste quote di iscrizione annuali per poter accedere all’oratorio, giustificate dalle spese riguardanti i materiali di divertimento e il mantenimento degli ambienti per le attività dei ragazzi: 15 euro per i bambini della scuola materna e i ragazzi delle medie, 20 euro per quelli delle superiori, 25 euro per i maggiorenni e 50 euro per il Gruppo Famiglia (genitori più figli). Ovviamente il possesso della tessera, che avrà validità fino al 31 dicembre 2015, sarà necessario per usufruire delle strutture dell’oratorio. Le prime iscrizioni sono state raccolte martedì scorso durante il tradizionale falò, le tessere saranno poi consegnate durante la Festa di Prima- vera che si svolgerà sabato 21 marzo proprio all’interno dell’oratorio, quando verranno illustrati gli eventi che saranno proposti nel corso dell’anno. Per informazioni è possibile contatta- re il parroco don Ettore (0375/260975).

Vanni Raineri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti