Commenta

“Il futuro di Viadana?
I giovani sono
peggio dei vecchi”

viadana-municipio-oselini-ev

Nella foto, Gabriele Oselini e il municipio di Viadana

VIADANA – Non si fa attendere la replica di Gabriele Oselini (ex presidente del Consiglio Comunale di Viadana) alle osservazioni di Nicola Federici attuale candidato alla carica di sindaco per il Pd. Con tempismo e puntualità, riemergono a Viadana vecchie diatribe politiche che sembravano assopite.

Relegate al periodo in cui i personaggi si affrontavano direttamente all’interno delle battaglie in Consiglio Comunale. Così come allora lo scontro ritorna sul livello personale mettendo di fronte oggi Federici e Oselini: “Al contrario di quanto afferma questo sedicente referente del Pd, io non ho alcun privilegio da parte di nessuno e se sono andato a leggere le mie poesie al Muvi è perché qualcuno mi ha invitato!”. La polemica nasce dalle recenti considerazioni di Federici nel ritenere inopportuna la decisione del Commissario Prefettizio che ha chiesto 500 euro d’affitto alla Consulta del Volontariato per l’utilizzo annuo della medesima sala. E facendo degli esempi Nicola Federici si era riferito appunto a Oselini, chiedendosi come mai il professore avesse goduto di certi privilegi.

“Federici deve smetterla di scagliarsi contro di me così come fanno altri come lui. Non riesco proprio a capire perché periodicamente mi prendono a bersaglio dei loro pretestuosi attacchi. Devono lasciarmi fuori! Io, in quella occasione, ero semplicemente ospite al Muvi e se mi avessero detto che c’era da pagare l’avrei fatto oppure non ci sarei andato, con tutta la libertà di scegliere. Caso mai di questa questione devono investire l’Apeiron l’associazione che ha organizzato l’evento e che con me non ha niente a che vedere. E’ come se invitassero la squadra del Rugby e poi facessero pagare ai giocatori l’affitto della sala”.

Al di là dei presunti favori che Oselini respinge con sdegno perché sconclusionati, incoerenti e irragionevoli, l’ex presidente del Consiglio ricorda che il regolamento per l’utilizzo del Muvi risale alla Giunta Penazzi di cui lo stesso Federici era assessore. Prima di concludere lo sfogo Oselini spiega il ricorso al termine “sedicente” referente del Pd nei riguardi di Federici. “Così lo ritengo perché partorito da un Circolo nato sulla base di un regolamento inesistente a livello locale e nazionale e che io giudico fasullo. Come fasulli e includenti sono tutti i programmi che va sbandierando in compagnia dei giovani che sono peggio dei vecchi. Non c’è davvero un gran futuro all’orizzonte di Viadana”, dice senza mezzi termini Gabriele Oselini.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti