Commenta

Andare in bici
in sicurezza, prima
lezione alla Diotti

bici-diotti_ev

Nella foto un momento della lezione alla scuola Diotti

CASALMAGGIORE – E’ stato inaugurato mercoledì mattina con la prima lezione ad alcun studenti della Scuola Media Diotti il Progetto “Sulla buona strada in bici”, promosso dalla Federazione Ciclismo Italiana e dal Ministero delle infrastrutture e trasporti e reso operativo sul territorio dall’Ads Gioca in Bici Oglio Po, Scuola di Ciclismo Federale. Il Progetto è arrivato al suo compimento anche grazie alla disponibilità della dirigente Cinzia Dall’Asta e dei professori Guidetti e Bizzari che hanno accolto l’invito della Scuola di Ciclismo a formare i ragazzi sul tema dell’educazione stradale in bicicletta.

Durante le due ore di lezione teorica i tecnici della Scuola di Ciclismo, Maurizio Vezzosi e Gianfranco Rossetti, utilizzando il materiale didattico fornito dal Mit hanno affrontato il tema delle regole comportamentali corrette per le attività in bicicletta; attraverso esempi pratici sono state spiegate e approfondite alcune norme del codice della strada e sono state presentate le dotazioni idonee di cui occorre munire la bicicletta per l’utilizzo in sicurezza e gli indumenti catarifrangenti come giubbini o coprizaini da utilizzare in caso di scarsa visibilità o al crepuscolo e l’utilizzo corretto del casco; i tecnici della scuola di ciclismo hanno spiegato la corretta posizione in bicicletta, l’efficienza del mezzo meccanico e il corretto utilizzo dei rapporti mettendo anche a disposizione dei ragazzi biciclette di vario tipo come quelle da corsa, mountain bike, city bike per sperimentare con l’utilizzo dei rulli quanto spiegato.

Il Progetto si concluderà nel mese di aprile con altre ore di lezione pratica in cui i ragazzi, guidati dai tecnici federali fra cui il Coordinatore Regionale Giovanile Lombardo Silvia Epis, potranno cimentarsi in prove di abilità con il mezzo meccanico per apprendere la guida in sicurezza.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti