Commenta

“Arte per gioco”
ha preso il via
al Museo Diotti

museo-diotti-bambini-ev

Nella foto, il primo incontro ‘Arte per gioco’

CASALMAGGIORE – E’ partita nel pomeriggio di sabato, con 19 iscritti, l’edizione 2015 del Corso di Arte per gioco, una proposta che il Museo Diotti rivolge annualmente, dal 2008, ai ragazzi di età compresa fra i 7 e i 10 anni. Il corso, ideato e condotto da Luisa Zanacchi, è articolato in 8 incontri e si tiene fuori dall’orario scolastico, il sabato pomeriggio, fondendo la dimensione educativa con quella ludica. Nell’incontro di sabato i temi sono stati la visione, l’illusione ottica, le immagini ambigue, prendendo spunto da un’opera particolare esposta nell’atelier di Palmiro Vezzoni. Le attività proposte sono infatti sempre ispirate dalle collezioni permanenti del Museo o dalle mostre temporanee in corso. La visione e il commento di opere d’arte dal vero consente ai ragazzi di conoscere gradualmente, in modo approfondito e coinvolgente, il patrimonio del Museo, e questa conoscenza viene facilitata e rinforzata dalle attività laboratoriali pratiche che ogni volta vengono proposte con riferimento alle opere esaminate.

“Ne deriva in loro una consapevolezza che – spiega l’assessore alla Cultura Pamela Carena– contribuirà a renderli cittadini attenti e responsabili nei confronti del patrimonio artistico di Casalmaggiore e dell’arte in generale”. Un altro aspetto caratterizzante del corso è il coinvolgimento diretto delle famiglie, soprattutto nello svolgimento dell’incontro-evento finale. L’incontro finale dell’edizione 2014, ispirato alla mostra “Meditazioni per Gea” di Tiziana Priori, è diventato recentemente oggetto di un video che sarà proiettato pubblicamente per la prima volta nella giornata di sabato 11 aprile, alle 17.45.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti