Commenta

Incendio a Dosolo,
casa in fiamme e
30 pompieri impegnati

incendio-dosolo-ev

Nella foto, Vigili del Fuoco impegnati a Dosolo

DOSOLO – Un violentissimo incendio ha distrutto lunedì mattina all’alba la casa della famiglia Mori a Dosolo. Le fiamme, precedute da un acre e inteso fumo nero, si sono sviluppate attorno alle ore 6 pochi minuti dopo che il proprietario Daniele Mori era uscito per recarsi al lavoro. E’ stato il padre, che abita nel medesimo cortile nella casa accanto ad accorgersi di quanto stava accadendo. Allarmato dal fumo che vedeva uscire dai canali della grondaia ha subito chiamato i Vigili del Fuoco di Viadana, giunti sul posto in pochissimi minuti. Nel frattempo però il rogo si era sviluppato in maniera spaventosa aggredendo con violenza tutto il tetto della casa, una bella ed elegante residenza costruita non più di una decina di anni orsono. I pompieri di Viadana vista la situazione, hanno divuto chiedere rinforzi facendo arrivare rinforzi da Suzzara e Mantova con cinque mezzi e una trentina di uomini.

Un piccolo esercito rimasto sul posto sino al pomeriggio nella dura e lunga opera di spegnimento. Le lingue di fuoco, mentre hanno lasciato indenni le pareti esterne, hanno distrutto interamente il tetto della casa facendo esplodere tutti i vetri e divorando tutto l’arredamento della casa. Il resto lo ha fatto l’acqua gettata con gli idranti. L’unico suppellettile salvato e portata fuori a braccia, il televisore. Ancora da chiarire le cause del violento incendio: la caldaia a legna per riscaldare la casa si trova all’esterno e dentro le stanze non ci sarebbero presenti altre fonti di calore. 

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti